Sicilia, formazione professionale. Crocetta ai lavoratori: sblocchiamo 130 milioni

Il presidente della Regione, Rosario Crocetta, l’assessore alla  Formazione, Nelli Scilabra, l’assessore al Lavoro, Giuseppe Bruno, il direttore  della Formazione professionale, Gianni Silvia, il presidente della V°  Commissione, Marcello Greco e alcuni deputati regionali,  hanno incontrato una  folta delegazione di lavoratori della formazione professionale e degli  sportelli multifunzionali. Nel corso dell’incontro si è discusso di tutti gli  aspetti legati alle problematiche relative alla loro situazione.

La prima  questione emersa è quella che riguarda i ritardi nei pagamenti, legati per  buona parte anche alle vicende degli obblighi di rendicontazione. Il governo ha  annunciato che a partire da domani verranno emessi, a titolo di anticipazione,  circa 130 milioni finalizzati al pagamento degli stipendi. La Regione vigilerà affinché tali fondi vengano destinati effettivamente ai lavoratori. Il governo intende proporre agli enti per questa ragione, che  utilizzino un apposito conto corrente che possa consentire la verifica  amministrativa della corretta destinazione dei fondi. Nella nuova legge sulla  Formazione comunque è stata inserita una clausola che consentirà alla Regione  di attuare l’intervento sostitutivo di pagamento dei lavoratori quando l’ente  non abbia provveduto. E’ idea del governo inserire sull’avviso della terza annualità tale clausola.

Sulle questioni aperte che riguardano gli sportelli  multifunzionali, è urgente provvedere all’immediato inserimento al lavoro,  stabilendo la data delle convocazioni dei candidati. Così come occorre  immediatamente stabilire una data certa, prevista per la metà di ottobre, del  progetto Prometeo. Per discutere di queste problematiche assieme a quelle più  complessive del Ciapi, è stato convocato per domani un incontro tra il governo  e i rappresentanti dell’ente, per definire ogni aspetto operativo. Grande  preoccupazione tra i lavoratori, condivisa completamente dal governo, sta  suscitando l’azione di diversi enti che hanno inviato preavvisi di  licenziamento in attesa della nuova annualità e dei corsi Oif. Il governo  ritiene completamente immotivati tali licenziamenti e ha convocato per domani  pomeriggio sindacati e rappresentanti degli enti per assicurare ai medesimi che  la direttiva sulla nuova annualità sarà pronta entro una settimana e che si  intende dare immediato start up ai corsi Oif. Altro tema discusso è stato  quello delle prospettive future di lavoro. Su questo il governo ha rassicurato  i lavoratori, nessuno perderà il posto di lavoro e in merito a tutte le  questioni su indicate il governo aprirà il confronto sindacale, per assicurare  immediate soluzioni.

Sicilia, formazione professionale. Crocetta ai lavoratori: sblocchiamo 130 milioni 2014-10-01T16:43:16+00:00