Sicilia, nome per nome ecco chi sono gli assessori del Crocetta ter

Andiamo alla scoperta del Crocetta – ter, il terzo governo in due atti del Presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta.

Vania Contraffatto. E’ assessore all’energia e ai servizi, in quota Pd. energia e servizi. Sostituto procuratore a Palermo, facente parte del gruppo «Unicost», ha gestito parecchie inchieste, fra cui quella sul riciclaggio di soldi della mafia nei distributori di benzina e quella su un traffico internazionale di droga. Lo scorso anno ha ricevuto minacce anonime.

Sebastiano Caruso. Si occuperà di famiglia e lavoro , in quota Pd.  Ordinario di Diritto del lavoro e di Diritto del lavoro europeo all’università di Catania, docente presso la Scuola della pubblica amministrazione di Roma, ha insegnato anche alla Cornell University di Ithaca (Usa) e all’università di Chieti.

Alessandro Baccei. Economia, sempre in quota Pd, voluto da Delrio.Laureato in Economia e commercio a Firenze, già collaboratore del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, da oltre 13 anni è a Roma partner della Ernst&Young financial business advisors, struttura specializzata in risk management e consulenza finanziaria.

Antonio Purpura. Ha la delega al turismo.  Direttore del dipartimento di Scienze economiche, aziendali e statistiche all’università di Palermo, presidente del corso di laurea in Economia e amministrazione aziendale, delegato del Rettore per l’Industrial Liason Office e i rapporti con le imprese, esperto in economia del turismo.

Cleo Li Calzi, in quota Pd. Ha la delega ai beni culturali. Esperta in fondi europei, dirigente regionale all’assessorato al Territorio e coordinatore del nucleo di valutazione degli investimenti pubblici, è stata presidente di Sviluppo Italia Sicilia e capo della segreteria tecnica della Presidenza col governo Lombardo.

Nino Caleca, agricoltura e pesca, per Articolo 4. Noto avvocato penalista di Palermo, difensore, fra gli altri, dell’ex presidente della Regione Totò Cuffaro e dell’ex ministro Calogero Mannino, nonchè consulente giuridico della Legacoop e avvocato della Cgil, in passato leader del Pci palermitano.

Giovanni Pizzo, Udc. Ha la delega alle infrastrutture e mobilità. Coordinatore della segreteria tecnica dell’ex assessore alle Infrastrutture Nico Torrisi, ex vicecapo di gabinetto dell’ex assessore alle Autonomie locali Patrizia Valenti, dottore commercialista, esperto in amministrazioni giudiziarie, curatele fallimentari e amministrazioni di aziende.

Maurizio Croce, Pdr. Ha l’Assessorato territorio. Ha partecipato alla redazione del Piano regionale rifiuti, si è occupato di varie discariche fra cui Bellolampo, è stato commissario straordinario per gli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico in Puglia e in Sicilia.

Mariella Lo Bello, Megafono. Un ritorno in giunta, ma questa volta con la poltrona che, insieme all’economia, scotta più di tutte, la formazione. Assessore al Territorio nel primo governo Crocetta, ha una lunga militanza nella Cgil di Agrigento, prima da dipendente delle Poste, poi da segretario generale della Cgil provinciale, quindi segretario regionale della Slc-Cgil. Si dedica al volontariato per gli immigrati.

Marcella Castronovo. Ha delega alle autonomie e funzioni pubbliche, in quota Udc.  Vicesegretario generale della Presidenza del Consiglio dei ministri, è stata Capo dipartimento dell’ufficio del segretario generale di Palazzo Chigi, segretario generale di fascia A, laureatasi in Giurisprudenza e abilitata come avvocato a Catania, specializzata in studi sull’amministrazione pubblica. Sempre a Palazzo Chigi è stata capo dipartimento per gli Affari regionali, il turismo e lo sport. Si è occupata di riduzione degli oneri amministrativi, di trattamento economico del personale, di riforme istituzionali. Nel 1999-2000 ha fatto parte dello staff del sindaco di Catania.

Lucia Borsellino. E’ sempre con Crocetta, dal 2012. E sempre con l’assessorato alla salute che fu, durante il governo Lombardo, di Massimo Russo.  Farmacista e ispettore sanitario, figlia del giudice Paolo ucciso dalla mafia, dirigente dell’assessorato alla Salute, ha diretto vari dipartimenti e la segreteria tecnica. E’ stata assessore alla Salute nei due precedenti governi Crocetta.

Linda Vancheri, alle attività produttive. Considerata l’anello di congiunzione tra Crocetta e Confindustria, anche lei è stata  assessore nei primi due governi Crocetta, esperta di internazionalizzazione, ha curato questo settore per il Cipe, Confindustria Sicilia e Unioncamere Sicilia ed è stata consulente di project management. Si è formata alla Business School della Luiss.

Sicilia, nome per nome ecco chi sono gli assessori del Crocetta ter 2014-10-29T09:38:42+00:00