Autonoleggio, pratiche scorrette: l’Antitrust multa la Sicily By Car

Prelievi ingiustificati dalle carte di credito dei clienti, cui venivano addebitati spese non dovute o superiori a quelle effettive per la riparazione della autovetture danneggiate: questa la motivazione alla base della sanzione dell’Antitrust nei confronti della società di autonoleggio Sicily By Car, multata per complessivi 450 mila euro. A renderlo noto è il CRTCU-Sportello europeo dei consumatori.

Già lo scorso marzo lo Sportello denunciava diverse segnalazioni di problemi riscontrati dal consumatori dopo aver noleggiato un’auto: fra queste c’erano richieste di risarcimento danni all’autovettura e l’addebito di spese non previste dal contratto, da piccole somme per servizi non richiesti a vere e proprie operazioni di riparazione della carrozzerie. L’Antitrust aveva dunque aperto un procedimento su segnalazione dello Sportello nei confronti della società Sicily by car S.p.A. Auto Europa, per presunte pratiche commerciali scorrette in merito all’addebito ingiustificato di danni ai veicoli, disconosciuti dai clienti e non giustificati da parte del noleggiatore.

Oggi l’associazione rende noto che l’Antitrust, proprio su richiesta dello Sportello Europeo dei Consumatori, ha sanzionato (provvedimento N.PS8942) la società di autonoleggio Sicily by Car e la collegata A&B Broker S.r.l con una multa rispettivamente di 450 mila euro e di 50 mila euro, “per aver realizzato una procedura ben congegnata per incrementare significativamente le sue entrate, attraverso l’addebito ai consumatori di spese non dovute o superiori all’effettiva spesa per la riparazione delle autovetture”. Spiega lo Sportello: “L’ingiustificato arricchimento della società corrisponde al valore che ignari consumatori si vedevano prelevare in automatico dalla carta di credito come risarcimento di danni inesistenti anche a distanza di diversi mesi dalla riconsegna dell’auto noleggiata, con l’effetto, prosegue l’AGCM, di compensare i prezzi competitivi che essa (la società) applica sul mercato”.

L’associazione ricorda comunque che le richieste di risarcimento danno sulle auto noleggiate devono essere contestate ai clienti prima di essere prelevate dalla carta di credito e devono essere supportate sia da materiale fotografico che dalla documentazione relativa alla riparazione effettuata, comprensiva di costo dei pezzi di ricambio e della manodopera.

tratto da help consumatori 

LA RETTIFICA DELL’AZIENDA

Egregi Direttori Responsabili, Vi scrivo per conto e nell’interesse della Sicily by Car, in relazione al comunicato stampa “Sicily by Car sanzionata per prelievi ingiustificati dalle carte di credito dei clienti”, pubblicato il 30 ottobre scorso sul sito del Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e degli Utenti – Sportello Europeo dei Consumatori.
È opportuno premettere che la Sicily by Car ritiene che il provvedimento adottato nei suoi confronti dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato sia infondato ed illegittimo e, pertanto, sta procedendo ad impugnarlo nella competente sede giudiziaria.
Con specifico riferimento al sopra citato comunicato stampa, è da sottolineare che esso, palesemente, si discosta dall’effettivo contenuto del provvedimento dell’AGCM; ed infatti, l’affermazione secondo cui “ignari consumatori si vedevano prelevare in automatico dalla carta di credito come risarcimento di danni inesistenti anche a distanza di diversi mesi dalla riconsegna dell’auto noleggiata” somme non dovute, non trova alcun riscontro – né testuale, né in termini di contenuto – all’interno del provvedimento in argomento, nel quale viene evidenziata, al contrario, la completezza dell’informazione fornita ai consumatori, sia al momento della stipula del contratto, sia al momento del prelievo per il risarcimento del danno; tanto che, in seno al predetto provvedimento viene riportato il parere dell’Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni che, nell’escludere la scorrettezza della pratica commerciale seguita dalla Sicily by Car, ha affermato che “da un lato, il cliente è previamente informato del modus procedendi del professionista, dall’altro, il prelievo dal plafond della carta di credito è effettuato con il previo consenso del consumatore in base alle condizioni generali di contratto consultabili su detto sito” (della SbC).
Inoltre, con il medesimo provvedimento dell’AGCM non viene affatto contestato l’addebito ai consumatori di danni inesistenti, bensì sono oggetto di rilievo soltanto le procedure per la verifica dell’imputabilità del danno al cliente e quelle per la quantificazione.
Quanto sin qui precisato è certamente molto rilevante, tenuto conto del fatto che il riferito (nel comunicato stampa) addebito di danni oggettivamente “inesistenti”, eseguito senza alcuna informazione a clienti “ignari”, configurerebbe un comportamento ben più grave e lesivo degli interessi del consumatore rispetto a quello realmente contestato dall’AGCM.
Pertanto, la predetta diffusione della notizia in modo inesatto è idonea ad arrecare pregiudizio all’immagine della Sicily by Car.
Formulo, quindi, espressa DIFFIDA al Direttore Responsabile del Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e degli Utenti – Sportello Europeo dei Consumatori a voler immediatamente, sotto la sua personale supervisione e responsabilità, correggere il contenuto del comunicato stampa pubblicato sul sito del citato CRTCU-Sportello Europeo dei Consumatori, in quanto non rispondente al reale contenuto del provvedimento dell’AGCM.
La presente viene indirizzata anche ai Direttori Responsabili di Helpconsumatori e del Mattino di Sicilia, che hanno pubblicato la notizia in conformità al contenuto del comunicato stampa dello Sportello Europeo dei Consumatori ed ai quali, quindi, si rivolge lo stesso invito a provvedere immediatamente alla rettifica della notizia.
Segnalo, infine, che la Sicily by Car si riserva di intraprendere nelle opportune sedi giudiziarie, amministrative, civili e penali, ogni azione a tutela della propria immagine e dei propri diritti ed interessi, nonché ogni iniziativa di legge finalizzata a reprimere e sanzionare comportamenti lesivi di tali diritti ed interessi.
Avv. Antonino Giaimo
Dr. Tommaso Dragotto n.q. di legale rappresentante della Sicily by Car

Autonoleggio, pratiche scorrette: l’Antitrust multa la Sicily By Car 2014-10-31T15:01:50+00:00