Al via da Palermo SmArt City Italia 2014: in città tre giorni tra tecnologia e arte

“SmArt”: una parola che in italiano significa intelligente, ma che comprende anche “Art”, arte. Non c’era dunque nome maggiormente adeguato all’iniziativa che da giovedì 27 a sabato 29 novembre parte da Palermo per diventare un’occasione che approfondisce il tema delle città Smart attraverso l’unione fra l’arte, massima espressione individuale, e la tecnologia, massima espressione di sistema.

Il progetto “SmArt City Italia 2014” ha dunque il suo punto d’inizio nel capoluogo siciliano, città che sente l’arte come “cosa pubblica”. Un progetto “di sistema” che in tre giorni e tre notti è sarà in grado di combinare arte e tecnologie, per dare la consapevolezza che in una città come Palermo, siamo ricchi di molteplici punti intelligenti.

Così “SmART City Italia 2014” concepito da Energia Media in collaborazione con il Comune di Palermo e sostenuto da Università degli studi di Palermo, Fondazione Orestiadi, Consorzio Arca, Movimento di Resilienza Italiana, Confindustria Palermo, Smart Planning Lab ed infine Dimora Oz, mette in campo le migliori forze della nazione, con al centro il concetto dell’arte che sublima la responsabilità individuale.

«Oggi il tempo dell’ascolto e dell’azione si è fatto istantaneo», afferma il professore Maurizio Carta, titolare della cattedra di Urbanistica all’Università di Palermo, spiegando che le città diventano intelligenti grazie ad un nuovo rapporto di consapevolezza dei cittadini con il proprio territorio.

L’evento, tuttavia, tende a coinvolgere cittadini, imprese, istituti di ricerca ed istituzioni. Palermo ha e deve avere la capacità di incalzare e di “inventare” cultura , di creare nuova impresa e di produrre valore in modo sostenibile. Così, via ad un fitto calendario (visualizza il programma completo) di iniziative che accendono i riflettori proprio su queste tematiche.

Dall’aperitivo in collaborazione con la Caffetteria di Palazzo Belmonte Riso, nel suddetto atrio di giovedì 27 novembre dalle ore 18.30 alle 19.30, seguito dalla proiezione del video “Riprendi la città, riprendi la luce”, all’iniziativa “Smart Riso. Reti di Resilienza” di venerdì 28 novembre alle ore 18.00, che propone il progetto espositivo allestito negli spazi di Palazzo Belmonte Riso, tutte le iniziative toccheranno diversi ambiti della sostenibilità, dell’impresa, dell’arte e della tecnologia.

Non manca la musica: tra le varie iniziative è previsto un elogio al jazz venerdì 28 novembre ore 21.30 nell’atrio di Palazzo Riso, con l’esibizione di Gianni Gebbia e Diego Spitaleri.

Sabato 29 novembre, giornata conclusiva della manifestazione, sono inoltre previste la passeggiata “SmArt Shopping Experience” alle ore 15 che lascia spazio allo shopping pomeridiano nei negozi delle vie calde palermitane, con protagonisti cittadini e commercianti chiamati a valorizzare i propri punti vendita.

Concluderanno la manifestazione, infine, le notti bianche “Smart City Italia” che durante tutti e tre i giorni della manifestazione daranno spazio ad iniziative presenti da Palazzo delle Aquile, Palazzo Riso, Piazza Bologni, Palazzo Alliata di Villafranca ed infine Via Chiavettieri con le installazioni SmART technology nei bar.

«SmART. Art come arte, fondamento dell’ecosistema aggregativo del palermitano. L’architettura è l’anima della nostra terra, Palermo, una città intelligente a modo suo», ha commentato il sindaco Leoluca Orlando durante la conferenza stampa di presentazione.

Pensiero approfondito da Patrizia Li Vigni, direttore di Palazzo Riso: «L’arte deve fare un salto in avanti ricongiungendosi alle nuove tecnologie, ma deve anche fare un passo indietro guardando le sue radici». Entrambi i pensieri spiegano l’intento e i perché di questa manifestazione, carica di novità per il panorama cittadino.

 

 

 tratto da Balarm.it
Al via da Palermo SmArt City Italia 2014: in città tre giorni tra tecnologia e arte 2014-11-27T12:00:32+00:00