Innovazione e impresa, domani un convegno all’Itae di Messina

“Innovazione e Impresa: Strategie e Opportunità. L’esperienza del progetto Energy Power Cluster” è il tema del convegno che si terrà domani (Mercoledì 17 dicembre 2014) dalle 9.00 alle 12.30, presso la sede dell’Istituto di Tecnologie Avanzate per l’Energia “Nicola Giordano” del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ITAE) a Messina.
Il convegno è l’evento conclusivo del progetto E.P.C. – Energy Power Cluster, realizzato dal partenariato composto dall’Istituto di Tecnologie Avanzate per l’Energia “Nicola Giordano” del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Messina (CNR ITAE), l’Università degli Studi di Messina, Confindustria Messina, Comonext il Parco Scientifico Tecnologico di Como e Innova BIC di Messina.

L’iniziativa ha consentito di attivare e sperimentare un modello di cooperazione tra gli organismi del territorio impegnati nella promozione dell’innovazione: la sinergia tra Università, CNR, associazioni imprenditoriali e centri di supporto si rivela essenziale per realizzare azioni di trasferimento tecnologico e creare imprese ad alta tecnologia.

Il progetto, avviato nel 2012, ha sviluppato due azioni principali: la promozione e il supporto alla creazione nel territorio siciliano di nuove imprese ad alta tecnologia, basate sui risultati della ricerca, e la divulgazione e conoscenza presso le imprese, tramite incontri diretti e focalizzati, delle tecnologie energetiche disponibili, risultanti dalle attività di ricerca e sviluppo svolte all’interno degli enti pubblici di ricerca del territorio, CNR ed UniMe, indicando anche le loro possibili applicazioni sui manufatti o nei processi produttivi aziendali.

Destinatarie dirette delle azioni, finanziate dal Ministero dello Sviluppo Economico, nell’ambito del Programma RIDITT [Rete Italiana per la Diffusione dell’Innovazione ed il Trasferimento Tecnologico], sono state imprese appartenenti al sistema produttivo della Nautica, nella provincia di Messina e in altre provincie siciliane, e imprese appartenenti alla filiera dell’Abitare, situate nella provincia di Como.

Nel corso dell’incontro del prossimo 17 dicembre saranno illustrate le attività svolte e i risultati ottenuti nell’ambito del progetto E.P.C., presentando anche Aercem, la start up che nasce dal progetto EPC, ma soprattutto saranno discussi metodi e modelli per facilitare e veicolare l’innovazione nelle nostre imprese, in particolare in quelle micro e piccole, e gli strumenti di finanza alternativa, rispetto ai fondi pubblici ed ai finanziamenti bancari, disponibili per realizzare progetti innovativi.

Apriranno i lavori l’Ing. Salvatore Freni il Direttore dell’Istituto di Tecnologie Avanzate per l’Energia “Nicola Giordano”, e la Prof.ssa Daniela Baglieri, Prorettore all’Innovazione e al Trasferimento Tecnologico dell’Università degli Studi di Messina.

Su innovazione e sviluppo, interverrà Gianni Lorenzoni, professore presso la Facoltà di Economia dell’Università di Bologna, che si occupa da numerosi anni di Strategia Aziendale, con particolare riferimento al tema delle relazioni tra imprese, studiando le condizioni che ne favoriscono lo sviluppo. È stato tra i promotori di AlmaCube, l’incubatore di imprese dell’Università di Bologna, fondato assieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna e la Fondazione Alma Mater, con l’obiettivo di promuovere e supportare l’imprenditorialità nel sistema locale universitario. E’ stato presidente di PNICube, l’associazione italiana che riunisce gli incubatori accademici ed organizza le business plan competition, denominate Start Cup. E’ stato, inoltre, consigliere di amministrazione di alcune importanti società come: MARAZZI spa; CARISBO Spa; Piquadro Spa.

Su finanza e innovazione, saranno incentrati gli altri contributi.
Interverrà il professore Arturo Capasso, professore ordinario di Corporate Governance nell’Università del Sannio di Benevento, docente di Valutazione di Imprese nell’Università di Napoli Federico II e docente di Private Equity e Venture Capital alla Luiss Business School, membro del consiglio di amministrazione di Vertis SGR, società di venture capital che investe in start-up e PMI nelle regioni del Sud Italia e che gestisce due fondi: Vertis Venture, per investimenti in aziende ad alta intensità di ricerca nella fase iniziale, e Vertis Capital, che investe in imprese consolidate.
Sul crowdfunding, nuovo strumento per finanziare imprese innovative, darà il suo contributo l’ingegnere Matteo Baracani, valutatore di progetti per la Commissione Europea nell’ambito del 7° Programma Quadro e HORIZON2020, che si occupa di progetti di innovazione e trasferimento tecnologico, svolgendo la propria attività presso il Politecnico di Milano, il Centro Volta e il Parco Scientifico ComoNExT, dove tuttora coordina progetti di sviluppo con start-up, imprese e centri di ricerca.

Innovazione e impresa, domani un convegno all’Itae di Messina 2014-12-16T12:42:21+00:00