Termini Imerese, De Vincenti: “Puntiamo a chiudere entro il 31 Dicembre”

“Davanti alla mancata capitalizzazione, il Governo ha archiviato l’interlocuzione con Grifa e, per la reindustrializzazione del sito ex Fiat di Termini Imerese, ha cercato di battere altre vie fino ad arrivare alla svolta maturata negli ultimi giorni”. Il viceministro allo Sviluppo economico, Claudio De Vincenti conferma che c’e’ una nuova manifestazione d’interesse, presentata da Metec, azienda italiana che opera nel settore della componentistica per auto, fortemente radicata anche all’estero, soprattutto in Brasile.

De Vincenti, informa una nota, “ha annunciato che il potenziale investitore si e’ subito messo in contatto con Invitalia per le opportune verifiche e si e’ detto disponibile ad incontrare i sindacati gia’ venerdi’ prossimo. Tutte le parti interessate, Governo in testa, si sono dette pienamente consapevoli della lotta contro il tempo in atto. Perche’ la data del 31 dicembre entro la quale concludere la cessione del ramo di azienda da Fiat al nuovo soggetto e’ e resta tassativa. De Vincenti – che ha definito la solidita’ industriale di Metec ‘fuori discussione’ – ha infine tratteggiato i fondamentali del piano industriale che si articolera’ in due fasi. La prima, che potrebbe decollare nel giro di pochi mesi, vedrebbe l’attivazione di una produzione di componentistica. La seconda, un po’ piu’ in la’ nel tempo, vedrebbe anche la produzione di auto ibride. Metec – ha concluso fe Vincenti – assicura il completo assorbimento dei lavoratori del perimetro Fiat- Magneti Marelli”.

Termini Imerese, De Vincenti: “Puntiamo a chiudere entro il 31 Dicembre” 2014-12-17T15:40:38+00:00