L’Ars approva il maxi mutuo chiesto dal governo Crocetta per pagare i debiti della sanità

Con 37 voti favorevoli e 3 contrari, l’Ars ha approvato ieri sera il disegno di legge per la stipula di un mutuo di 1,77 miliardi di euro. Il disegno di legge su richiesta delle opposizioni era stato rinviato in commissione Bilancio per ulteriori approfondimenti. Ieri l’Ars avrebbe dovuto iniziare l’esame del Dpef, ma a sorpresa è tornato in Aula il ddl sul mutuo dopo il nuovo ok della commissione. Baccei ha ricordato che questi soldi servono per pagare i debiti che la pubblica amministrazione ha nei confronti delle imprese private (prevalentemente forniture sanitarie), che si tratta di una direttiva europea; che se non viene avviato il mutuo, la sanità siciliana sarà commissariata. Il leader dell’opposizione, Nello Musumeci dichiara «I deputati del centrosinistra hanno votato per un mutuo che peserà sulle tasche dei siciliani per altre due generazioni. E alla fine hanno persino applaudito. Invece di pretendere dal governo di Roma la restituzione del denaro che è stato negato per decenni alla Regione, Crocetta rinuncia al contenzioso col governo Renzi e pensa di far quadrare i conti indebitando sempre più i siciliani. Era questa la rivoluzione annunciata? ».

L’Ars approva il maxi mutuo chiesto dal governo Crocetta per pagare i debiti della sanità 2015-01-29T10:36:49+00:00