In Sicilia il rebus dei dipendenti regionali. Sono troppi e mal distribuiti. I numeri

In Sicilia i dipendenti regionali sono un esercito, si sa. E passa da loro, soprattutto, la manovra finanziaria del governo Crocetta per tentare di rimettere in piedi il carrozzone regionale. Come fare non è semplice, i regionali non si possono licenziare facilmente, anche quelli più sfaticati, tra loro i dirigenti sono tantissimi. L’unica soluzione è spostarli: cercare di distribuirli bene, farli lavorare anche in uffici che per adesso sono vacanti per uno dei tanti paradossi della nostra isola. Perchè è incredibile pensare che la Sicilia metta insieme così tanti dipendente e una così alta inefficenza. Ma dove sono, cosa fanno la maggior parte tra loro?  I numeri del comparto: i dipendenti sono 13.553 , mentre il Corpo forestale della Regione conta 1.251 unità, più  i 149 dell’ex Terme di Sciacca ed Acireale, per un totale complessivo di 16.540 dipendenti regionali. Il personale con contratto a tempo determinato in servizio prevede 603 dipendenti. Nel ruolo unico della dirigenza ci sono 1.736 dirigenti ai sensi dell’articolo 5 della legge regionale numero 10 del 2000, così suddivisi: 1 in prima fascia, 32 in seconda fascia e 1.703 in terza fascia.
La loro distribuzione è tutta concentrata su Palermo. Sono 6.288 i dipendenti regionali concentrati a Palermo, mentre 9.142 si trovano nel resto della Sicilia. Di questi, 3.073 negli uffici periferici, esclusi i capoluoghi che invece ospitano, da soli, complessivamente 5.558 dipendenti regionali. È contenuta nella prossima legge Finanziaria della Regione, che sarà in discussione all’Ars, la norma che recepisce di fatto la mobilità dei dipendenti, che  potrebbero essere spostati entro i 50 chilometri, e con la distanza tra la vecchia e la nuova sede che dovrebbe essere percorribile al massimo in un’ora con i mezzi pubblici.

I dipendenti regionali, dal canto loro, sono in stato di agitazione in vista dei tagli annunciati dal governo Crocetta. I sindacati Cobas/Codir e Sadirs hanno incontrato   il prefetto di Palermo e l’assessore alla Funzione pubblica Ettore Leotta, il quale ha provato a rassicurare i dipendenti che chiedono pure il rinnovo dei contratti scaduti da 10 anni. «Il ddl sui tagli è ancora una bozza – ha detto Marcello Minio, Cobas/Codir -. Attendiamo risposte sulla riorganizzazione del personale».

Ecco nello specifico la distribuzione dei dipendenti regionali e dei dirigenti:

  • 1.701 Agrigento (1.236 capoluogo, 465 intera provincia)
  • 854 Caltanissetta (654 capoluogo, 200 in provincia)
  • 1.678 Catania (1.029 capoluogo, 649 in provincia)
  • 696 Enna (481 capoluogo, 215 in provincia)
  • 1.664 Messina (1.014 capoluogo, 650 in provincia)
  • 6.904 Palermo (6.288 capoluogo 619 in provincia)
  •  571 Ragusa (432 capoluogo, 139 in provincia)
  • 1132 Trapani (560 capoluogo, 572 in provincia)
  • 812 Siracusa (652 capoluogo, 160 in provincia)
  •  40 Roma (di cui 6 dirigenti, dipartimento affari extraregionali)

 

  • Comando del corpo forestale (1160, 60 dirigenti)
  • Dipartimento regionale Acqua e rifiuti (284, 28 dirigenti)
  • Dipartimento regionale Ambiente (248, 44 dirigenti)
  • Dipartimento Attività Produttive (170, 18 dirigenti)
  • Osservatorio epidemiologico (123, 21 dirigenti 17%)
  • Dipartimento regionale Autonomie locali (72, 6 dirigenti)
  • Foreste demaniali (473, 76 dirigenti di cui 43 a Palermo, e solo 15 nella Sicilia Orientale: CT 6, Rg 5, SR 4)
  • Dipartimento regionale Beni culturali (2631, 279 dirigenti)
  • Dipartimento Tesoro e Bilancio (301, 37 dirigenti)
  • Dipartimento Affari extraregionali (40, 6 dirigenti)
  • Dipartimento per l’Energia (169, 34 dirigenti 20%)
  • Dipartimento Famiglia e politiche sociali (153, 14 dirigenti)
  • Dipartimento delle Finanze e del Credito (88, 26 dirigenti)
  • Funzione pubblica e personale (640, 36 dirigenti)
  • Dipartimento Infrastrutture e trasporti (436, 36 dirigenti)
  • Dipartimento interventi Agricoltura (581, 98 dirigenti)
  • Dipartimento interventi per la Pesca (62, 18 dirigenti)
  • Dipartimento regionale Agricoltura (746, 112 dirigenti)
  • Dipartimento Istruzione e formazione (151, 16 dirigenti)
  • Dipartimento Lavoro (601, 77 dirigenti)
  • Dipartimento Pianificazione Strategica (165, 21 dirigenti)
  • Dipartimento Programmazione (160, 33 dirigenti)
  • Dipartimento Protezione civile (288, 55 dirigenti)
  • Dipartimento Tecnico (1177, 212 dirigenti 48 a Palermo, 35 a Catania, 24 Agrigento, 21 Caltanissetta, 13 Enna, 27 Messina, 9 Ragusa, 18 Siracusa, 17 Trapani)
  • Dipartimento regionale Turismo (342, 44 dirigenti)
  • Dipartimento regionale Urbanistica (112, 31 dirigenti)
  • Fondo pensioni (92, 9 dirigenti)
  • Segreteria Generale (262, 22 dirigenti)
  • Uffici della Presidenza (68, 21 dirigenti)
  • Uffici Assessore attività produttive (8, 1 dirigente)
  • Uffici Ass. aut. Locali. Funz. pubbl (4, 2 dirigenti)
  • Uffici Ass. re Beni Culturali (10, 2 dirigenti)
  • Uffici diretta collaborazione Ass. re Salute (9, 1 dirigente)
  • Uffici Ass. re Economia (3, 2 dirigenti)
  • Uffici diretta collaborazione Ass. re Energia (3, 1 dirigente)
  • Uffici Ass. re Infrastrutture (10, 3 dirigenti)
  • Uffici Ass. re Istruzione. Form. Prof. (4, 1 dirigente)
  • Uffici Ass. re Agricoltura (10, 2 dirigenti)
  • Uff. dir. coll. Ass. re Territorio ed Ambiente (9, 1 dirigente)
  • Uff. dir. coll Ass. re Turismo e spett. (6, 2 dirigenti)
  • Uff. dir. coll. Presidente della Regione (10, 1 dirigente)
  • Uffici dirette dipendenze Ass. re Economia (3, 1 dirigente)
  • Uffici dirette dipendenze Ass. re Infr. (3 dipendenti)
  • Uffici Presidente della Regione (57, 4 dirigenti)
  • Coordinamento sistemi informativi (96, 11 dirigenti)
  • Ufficio legislativo e legale (92, 16 dirigenti)
In Sicilia il rebus dei dipendenti regionali. Sono troppi e mal distribuiti. I numeri 2015-02-04T11:35:33+00:00