Turismo, Favignana alla Bit alla ricerca di una conferma del trend positivo

MILANO – “Diffondere un’unica e coerente immagine turistica di Favignana, Levanzo e Marettimo che non disperda le rispettive singolarità delle isole: questa è la linea dell’Amministrazione e questo è il messaggio che lanciamo dalla Bit di Milano. L’Arcipelago delle Egadi non poteva mancare ad una delle principali fiere internazionali di settore. Contiamo nel 2015 di ripetere il trend positivo del 2014, in controtendenza al contesto attuale”. È quanto ha detto il sindaco dell’Arcipelago delle Egadi, Giuseppe Pagoto, durante l’incontro dedicato alla valorizzazione delle Isole Egadi presso lo stand della Sicilia alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano, a cui hanno partecipato l’assessore del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo della Regione Sicilia Cleo Li Calzi, l’assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, Antonio Purpura, il sovrintendente del Mare della Regione Siciliana Sebastiano Tusa, nonché una testimonial d’eccezione come Donatella Bianchi, giornalista e conduttrice di Linea Blu.

“Tutto il sistema delle isole minori – ha detto Cleo Li Calzi, assessore del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo della Regione Sicilia – è fondamentale per la valorizzazione dell’offerta turistica della Sicilia e parte proprio da esempi come l’arcipelago delle Egadi che unisce alla tutela del bene la valorizzazione e la fruizione ad uso turistico coniugando natura, storia e territorio”.
“Il modello di sostenibilità che possiamo trovare nell’arcipelago Egadi – ha detto Donatella Bianchi  – trova la conferma più preziosa nel ritorno della foca monaca che si pensava estinta. La presenza della foca monaca è la prova del giusto equilibrio uomo-ambiente raggiunto dalle comunità locali. Le Isole Egadi si completano l’un l’altra: Marettimo la sacra, Favignana l’isola dall’anima segreta, Levanzo è la testimone del passato. Insieme sono la sintesi del Mediterraneo”. Il trend di presenze turistiche è in costante crescita, grazie anche vicinanza degli aeroporti di Trapani e Palermo, dove confluiscono voli low cost da numerose destinazioni e grazie ai quali le Egadi oggi sono più vicine che mai.”Le Egadi – ha detto l’assessore ai Beni Culturali Antonio Purpura  – rappresentano un simbolo di identità siciliana, perfetta sintonia tra bellezze naturalistiche e beni culturali. Come ho già detto la Sicilia è uno scrigno da aprire, nostro compito è mettere in luce l’immenso patrimonio. Quando Donatella Bianchi definisce Favignana isola dall’anima segreta conferma quanto sto dicendo: siti come la Ex Stabilimento Florio a Favignana sono conosciuti ai più e unanimemente apprezzati, ma esistono tesori ancora nascosti e tutti da scoprire”.
“Il patrimonio culturale sommerso ed emerso nelle Isole Egadi – ha detto il Sovrintendente del Mare della Regione Siciliana Sebastiano Tusa – per la sua eccezionalità e varietà può costituire un’ottima occasione di sviluppo e di occupazione per l’Arcipelago e per l’intera Sicilia”.

Turismo, Favignana alla Bit alla ricerca di una conferma del trend positivo 2015-02-16T12:36:43+00:00