In Sicilia il Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato. Tappa a Caltanissetta e Palermo

Parte da lunedì 23 febbraio dal binario 1 della stazione di Caltanissetta l’edizione speciale 2015 del Treno Verde, la storica campagna nazionale di Legambiente e Gruppo Ferrovie dello Stato  che quest’anno cambia “declinazione” per dar vita ad un viaggio speciale dedicato all’agricoltura e all’alimentazione in vista di Expo Milano 2015. Motto di questa edizione sarà “Tornare alla terra per seminare futuro” per sottolineare l’importante ruolo che l’agricoltura di qualità e delle buone pratiche ambientali e sociali ha e potrà avere anche di fronte alle sfide future.

med def 2La Sicilia sarà la prima regione toccata dal tour – realizzato anche grazie al patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Ambientali e Forestali e il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare – che fino all’11 aprile vedrà il convoglio ambientalista in giro per l’Italia: 15 tappeper far conoscere e riscoprire la bellezza e l’eccellenza dei territori, masoprattuttoper raccontare le migliori esperienze dell’agricoltura italiana di qualità in viaggio verso Expo Milano 2015, l’esposizione universale su alimentazione e nutrizione in programma dal primo maggio nel capoluogo lombardo.

A Caltanissetta il convoglio ambientalista sarà in sosta al binario 1 della stazione centrale da lunedì 23 febbraio a mercoledì 25. Primo appuntamento sarà quello di lunedì, alle ore 9.30 quando, per i inaugurare la tappa siciliana, saliranno a bordo gli Ambasciatori del Territorio siciliani, grande novità di questa edizione 2015 promossa da Legambiente e Alce Nero che avrà per protagonisti quegli agricoltori italiani e quelle realtà agricole che producono nel rispetto del patrimonio ambientale, sociale e culturale dei loro territori. Esperienze che rappresentano un possibile modello di economia sostenibile per i territori ed esempi di un movimento molto più grande, ma poco visibile di giovani e vecchi agricoltori che hanno superato il modello impoverente dell’agricoltura industriale intensiva. Insieme a loro Legambiente presenterà il suo Manifesto della Nuova Agricoltura, che potrà essere sottoscritto a bordo del Treno e che sarà poi presentato all’Expo, e lancerà sempre insieme ad Alce Nero il “Progetto Conversione” per la diffusione dell’agricoltura biologica attraverso la conversione dei territori.

Durante i tre giorni della tappa di Caltanissetta – oltre a tanti appuntamenti, incontri e spettacoli – si terrà il Mercatino dei piccoli produttori di qualità, dei presidi Slow Food e di Libera Terra. Il Treno Verde ripartirà alla volta di Palermo dove sarà in sosta al binario 2 della stazione centrale venerdì 27.

med def 5Quest’anno il Treno Verde ha fatto poi un restyling delle sue quattro carrozze, che ospiteranno una mostra didattica dedicata all’agricoltura e all’alimentazione. La mostra sarà aperta dalle 8,30 alle 13,30 per le classi prenotate e dalle 16,00 alle 19,00 per il pubblico. La prima carrozza è dedicata al tema “Agricoltura o Agricolture? Dove viene il cibo” e sarà un viaggio alla scoperta della terra a partire dalla difesa e tutela del suolo fino alla mitigazione dei mutamenti climatici e alla riduzione dei consumi. Ci sarà, inoltre, un percorso interattivo per scoprire da dove nasce il cibo. Tema dellaseconda carrozza sarà invece “La terra e il territorio. Chi produce il cibo?”: si parlerà di buone pratiche, di green economy, si incontreranno gli Ambasciatori del Territorio e qui si potrà sottoscrivere il Manifesto della Nuova Agricoltura. La terza carrozza sarà dedicata a “Chi Mangia? Cosa mangia?” e tra i temi si discuterà di: etichettatura, corretta e sana alimentazione, stagionalità alla dieta mediterranea, spesa sostenibile. Inoltre, all’interno della mostra di Ecolife – progetto sugli stili di vita consapevoli cofinanziato dalla Commissione Europea – si potrà avere immediata percezione dei cambiamenti climatici attraverso le immagini di COSMO-SkyMed, il sistema satellitare dell’ASI (Agenzia Spaziale Italiana) unico al mondo. Infine a bordo dellaquarta carrozza si parlerà di “agricoltura e sociale”, di orti in città e delle esperienze di Libera Terra e delle altre associazioni e cooperative che ogni giorno lavorano per garantire un’agricoltura sostenibile e una sana alimentazione.

Infine la cucina viaggiante, altra novità di questa edizione 2015,allestitaa bordo della terza carrozza permetterà ai ragazzi degli Istituti agrari e alberghieri di sfidarsi ai fornelli con ricette biologiche, a kilometro zero, sostenibili e senza sprechi. Una sfida che Legambiente rivolgerà anche al popolo social con #tipicongusto: chi è interessato e vuole partecipare dovrà scattare una foto con il piatto o il prodotto agroalimentare che vorrebbe portare nel futuro e postarla poi sui proprio profili social con l’hashtag #tipicongusto.

 

 

Il programma completo della tappa in Sicilia del Treno Verde 2015

Caltanissetta – BINARIO I

Lunedì 23 febbraio
8,30 – 13,00 classi in visita al Treno Verde
ore 9.30 Inaugurazione del Treno Verde. Inaugurano la tappa gliAmbasciatori del Territorio siciliani, realtà agricole e agricoltori che grazie alla loro passione, professionalità e rispetto del patrimonio locale di risorse naturali, paesaggistiche e culturali, rappresentano un modello concreto e vincente di sviluppo sostenibile per il loro territorio. Sarà presente Antonino  Caleca, assessore agricoltura, sviluppo rurale e pesca Regione Sicilia.

A seguire “Il mito di Demetra dea delle messi” – Origine mitologica della ciclicità della natura, spettacolo a cura di Patrizia Reas e della scuola di danza di Caltanissetta.

Ore 16.00 – Tavola Rotonda “Lo sviluppo delle aree interne dell’isola e riqualificazione del nodo ferroviario di Caltanissetta Xirbi”. Intervengono: Giovanni Ruvolo, sindaco di Caltanissetta; Maria TeresaCucinotta, Prefetto di Caltanissetta; Dario Lo Bosco, presidente Rete Ferroviaria Italiana; Giovanni Battista Pizzo, Assessore regionale infrastrutture e mobilità; Antonio Caleca, assessore agricoltura, sviluppo rurale e pesca Regione Sicilia; Mimmo Fontana, presidente Legambiente Sicilia; GiovanniArnone, D.g. dipartimento regionale infrastrutture, Mobilità e trasporti. Modera Alberto Sardo, redattore Radio CL1.
Martedì 24 febbraio
8,30 – 13,00 classi in visita al treno
Ore 10.00 Presentazione del libro “La terra che vogliamo” e presentazione del manifesto della Nuova Agricoltura di Legambiente. Sarà presente Beppe Croce, autore del libro, che illustrerà agli alunni dell’Istituto Agrario “Sen. Di Rocco” di Caltanissetta i nessi tra agricoltura e ambiente.

Ore 16 – 19 apertura al pubblico

Dalle 16.00. A bordo della terza carrozza, grazie alla cucina viaggiate di Treno Verde si terrà un laboratorio sensoriale sui pani realizzati con gli sfarinati di antichi grani locali, macinati a pietra e lievitati  con crescente. L’occasione servirà per presentare gli attori della filiera del “Pane Rustico dell’Hymera”.
Mercoledì 25 febbraio
8,30 – 13,00 classi in visita al treno
Ore 16 – 19 apertura al pubblico

Ore 16.30 Convegno “Biomasse e filiera locale. Modelli innovati di sviluppo nel settore agro-energetico”.

Dalle 16.00 A bordo della terza carrozza, grazie alla cucina viaggiate di Treno Verde si terrà un laboratorio sensoriale sui dolci realizzati con sfarinati di grani antichi locali.

Durante i 3 giorni della tappa di Caltanissetta, si terrà il Mercatino dei piccoli produttori di qualità, dei presidi Slow Food e di Libera Terra

Palermo Centrale – Binario II

Venerdì 27 febbraio

8,30 – 13,00 classi in visita al Treno Verde e laboratori didattici a cura di Libera Terra e Donne in Campo.
Ore 16 – 19 apertura al pubblico
Ore 16.30 A bordo della terza carrozza, grazie alla cucina viaggiate di Treno Verde si terrà lo showcooking a cura del maestro pasticciere Nicola Fiasconaro e del figlio Mario che realizzeranno una ricetta tipica della tradizione dolciaria siciliana a seguire una degustazione.

Alle ore 17.30 Incontro – dibattito “Qualità ed Identità Territoriale, una risposta alla crisi economica ed occupazionale”. Il dibattito affronterà il tema delle certificazioni di qualità, e della  conservazione e tutela della tradizione gastronomica locale.

 

Le campagne a bordo del Treno Verde 2015

 

A.A.A. #tipicongusto cercasi

Ogni piatto che portiamo in tavola racconta una storia. A noi piacciono quelle che hanno il sapore della relazione tra l’uomo e il suo territorio, del rispetto per l’ambiente, dei diritti e del benessere animale, di un’alimentazione basata sui principi della dieta mediterranea. Filiera corta, qualità “certificata” e garantita dal legame tra produttori e consumatori. Alla larga OGM e cibo spazzatura! Se questa è la vostra filosofi a, siete anche voi #tipicongusto. Scattate una foto con il piatto o il prodotto agroalimentare che portereste nel futuro e postatela sui vostri profili social con l’hashtag #tipicongusto.

 

LAIQ – Legambiente per l’Agricoltura Italiana di Qualità

È una campagna di Legambiente che invita le aziende agroalimentari convenzionali ad aderire a disciplinari e regole per garantire rispetto dell’ambiente, qualità e sicurezza degli alimenti. Scegliere prodotti a marchio LAIQ significa garanzia di qualità, zero OGM, antibiotici o altre sostanze chimiche, il pieno rispetto del benessere animale e ambientale. Sei un produttore di qualità? Aderisci a Laiq. Scopri come su www.legambiente.it

 

Gli Ambasciatori del Territorio

A bordo del Treno Verde viaggiano, verso Expo Milano 2015, gli Ambasciatori del Territorio, le esperienze di qualità di agricoltori italiani che producono nel rispetto del patrimonio ambientale, sociale e culturale dei loro territori.

 

Manifesto della Nuova Agricoltura di Legambiente e il progetto Conversione

L’agricoltura può essere il più importante alleato per le attuali sfide ambientali. Una Nuova Agricoltura, già praticata da molti, all’opera, praticata può aiutare a mitigare i cambiamenti climatici e a tutelare le risorse naturali, garantire cibo sano e di qualità, lavoro dignitoso, legalità e integrazione sociale; valorizzare un territorio, il suo paesaggio e le sue tipicità; offrire fonti di energia rinnovabile, materiali e prodotti alternativi alla petrolchimica. Per questo a bordo del Treno Verde chiediamo di sostenere il Manifesto della Nuova Agricoltura di Legambiente. Parte integrante del Manifesto è il  progetto “Conversione”, con l’obiettivo di aumentare le produzioni biologiche in Italia nei prossimi 6 anni, estendendole dal 9% al 20% della superficie agricola nazionale.

 

 

Treno Verde verso Expo 2015

Le carrozze del Treno Verde di Legambiente ospitano il progetto Treno Verde verso Expo realizzato con il contributo del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali dedicato ai temi dell’agricoltura, dell’alimentazione, della biodiversità e degli stili di vita. Incontri, dibattiti e mostre interattive per sensibilizzare gli enti locali,  le aziende agricole,  i cittadini e la scuola sull’importanza  dell’educazione alimentare sana e sostenibile che contribuisca al benessere della collettività.

 

Recoil (RECovered waste cooking OIL for combined heat and power production

A bordo del Treno Verde di Legambiente viaggia Recoil (RECovered waste cooking OIL for combined heat and power production), un progetto cofinanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma LIFE+. Con Recoil si vuole sensibilizzare i cittadini e gli amministratori locali sull’importanza del recupero dell’ olio vegetale usato in cucina con l’obiettivo di evitarne  la dispersione nell’ambiente e sfruttarne il potenziale energetico ed economico.

In Sicilia il Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato. Tappa a Caltanissetta e Palermo 2015-02-21T14:46:15+00:00