Chiude il manicomio di Barcellona Pozzo di Gotto. Fine di un’era. Ma i malati – reclusi che fine fanno?

Uno degli “ospiti” è l’omicida dell’ex senatore Ludovico Corrao, Md Saiful Islam  (22 anni). Al processo gli è stata riconosciuta l’infermità di mente.  Anche perchè quando era in carcere a Marsala tento di uccidersi sbattendo la testa contro le sbarre della cella. Per lui come per gli altri si pone una grande domanda: che si fa? Oggi chiude i battenti, per legge, l’ospedale psichiatrico giudiziario di Barcellona Pozzo di Gotto (nato nel 1926)  e non si sa ancora dove andranno i circa 30 internati, che hanno commesso, nella maggior parte dei casi, reati contro la persona, sono affetti da gravi disturbi psichici e che, per motivi di residenza, fanno riferimento all’Asp di Palermo. Lo denuncia la Cisl Funzione pubblica. “Come misura alternativa all’Opg era prevista la costruzione di una Rems, residenza per l’esecuzione della misura di sicurezza sanitaria nella provincia di Trapani – dichiara Gaetano Mazzola, segretario aziendale della Cisl Fp Palermo Trapani all’Asp di Palermo – ma i lavori non sono mai partiti. Il risultato è che da domani nessuno sa dove andranno queste persone, che hanno commesso reati gravi e che, per il 50%, sono giudicate tecnicamente indimissibili a causa delle patologie psichiatriche che presentano“. In tutta Italia ci sono 6 manicomi giudiziari, che oggi chiuderanno. Ma mentre in Emilia Romagna, ad esempio, tutto è pronto per le strutture alternative (sanitarie, e non di detenzione) in Sicilia non è pronto nulla. E la sensazione è che, in realtà, l’OPG sarà chiuso, si, ma a nuovi ingressi. Chi c’è dentro difficilmente uscirà a breve.

“S’unn’a finisci ti mannu a Barcellona”. Il detto popolare è perentorio: se non la smetti di rompere… ti mando in manicomio. E in Sicilia il manicomio criminale è stato a Barcellona Pozzo di Gotto, quello che dopo la riforma Basaglia del 1978 eufemisticamente si chiama Ospedale Psichiatrio Giudiziario, sigla OPG.

ospedale_barcellona

Fra gli internati del manicomio giudiziario di Barcellona Pozzo di Gotto, c’è ad esempio, F. C. T. che nel 2009, davanti alla stazione centrale di Palermo, aggredì a martellate due anziani, riducendoli in fin di vita. “Lui ed altri in condizioni simili, internati fino ad oggi all’Opg di Barcellona Pozzo di Gotto – aggiunge Mazzola –  saranno liberi di girare per le nostre città con i rischi che ne conseguiranno per la popolazione o saranno destinati alle Comunità terapeutiche assistite (Cta), con altri rischi per il personale medico e sanitario e per gli altri utenti“.

A novembre del 2014 la Cisl Fp Palermo Trapani ha organizzato all’Asp di Palermo un seminario sulla salute mentale per sensibilizzare la direzione generale dell’azienda su un tema che potrebbe trasformarsi in una bomba sociale. “I vertici aziendali – continua Mazzola – hanno ignorato il problema e oggi che l’emergenza è alle porte, nessuno dice cosa fare per arginarla. Si pensa di scaricare tutto il problema sulle spalle dei medici e del personale sanitario, che dovrebbero occuparsi anche di garantire le misure di sicurezza, trattandosi di soggetti oggetto di misure cautelari?“.

“Chiediamo al direttore generale, Antonino Candela – conclude Mazzola – di convocare con urgenza i sindacati per pianificare interventi immediati e adottare provvedimenti a tutela del personale sanitario e medico, che dovrà farsi carico dell’assistenza di questi soggetti. Lo sollecitiamo a farsi portavoce all’assessorato regionale alla Salute dell’esigenza di realizzare in tempi brevissimi la Rems di Trapani, perché occorrono azioni durature e non misure tampone”.

In Italia sono 6 ospedali psichiatrici giudiziari. I detenuti sono 700: di questi 450 entreranno nelle nuove Rems, le Residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza, per gli altri si va verso le dimissioni o lo spostamento in strutture che dovranno essere definite con percorsi di recupero personalizzati. Gli Opg lasceranno spazio alle Rems, che prevedono un’assistenza solo sanitaria..
I sei Opg attivi sono localizzati in 5 regioni: Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, Campania e Sicilia. Tra questi l’Opg di Castiglione delle Stiviere in Lombardia si trasformerà in struttura Rems, mentre gli altri Opg potrebbero essere destinati ad altro uso.

Chiude il manicomio di Barcellona Pozzo di Gotto. Fine di un’era. Ma i malati – reclusi che fine fanno? 2015-03-31T06:33:20+00:00