“Talenti d’Europa”, 26 studenti siciliani in viaggio studio a Bruxelles

Sono sei i vincitori, più un premio speciale, del concorso di idee “Talenti d’Europa”, il progetto finanziato dall’assessorato alla Formazione della Regione siciliana attraverso il PO-FSE 2007/2013.

A conclusione della tre giorni di manifestazione, con migliaia di persone in piazza Marina a Palermo, la giuria costituita da dirigenti regionali ed esperti, ha premiato i progetti dell’istituto: Danilo Dolci di Partinico (Pa), Adria- Ballatore di Mazzara del Vallo (Tp), Morselli di Gela (Cl), Caio Duilio di Messina, liceo classico Foscolo di Canicattì (Ag) e l’istituto Alessandro Volta di Palermo. Premio speciale assegnato al Liceo Scientifico Majorana di Lampedusa (Ag)

I 26 studenti delle sette scuole medie superiori premiate, sulle 23 che hanno partecipato al concorso, si recheranno a Bruxelles o Strasburgo accompagnati dai docenti per un viaggio-studio che permetterà loro di conoscere da vicino le istituzioni Europee.

L’istituto Danilo Dolci ha vinto nella categoria enogastromica; la scuola Adria-Ballatore nella categoria letteraria; l’istituto Morselli nella sezione tecnologia attraverso la creazione di una “App”, che fornisce informazioni sui costi energetici di alimenti e sui contenuti nutrizionali dando linee guida sulla dieta mediterranea; il liceo scientifico Majorana nella sezione tecnologia con una “APP” rivolta ai turisti; l’istituto Caio Duilio nel turismo con la guida Messina: “A special Tour”; il liceo classico Ugo Foscolo per il  migliore video sul concetto di esclusione; l’istituto Volta per lo spot sulla marginalità sociale.

“Sono molto contento. Avere ricevuto quasi 25 progetti in circa un mese dalla pubblicazione del bando, praticamente a fine anno scolastico, è già di per se un risultato ottimo – dice Lino Mesi, direttore del progetto per conto delle ditte affidatarie dei servizi di informazione e pubblicità. E dopo aver scoperto i lavori presentati mi ritengo ancora più soddisfatto. I ragazzi hanno fatto lavori egregi, alcuni commoventi (penso agli elaborati video e fotografici), altri tecnicamente evoluti e coraggiosi (penso alla app che utilizza un sistema innovativo nel settore delle applicazioni per mobile), altri ancora dettagliati e professionali (penso alle schede tecniche dei menù degli istituti alberghieri). Ho conosciuto ragazzi curiosi e intraprendenti e professori orgogliosi dei loro ragazzi e con negli occhi quella luce di chi ancora ama trasmettere il suo sapere. Era esattamente quello che speravo e quello di cui ero sicuro. E adesso tracciata la strada e lanciato un messaggio spero che in futuro il concorso continui con sempre maggiore slancio e vigore”.

“Talenti d’Europa”, 26 studenti siciliani in viaggio studio a Bruxelles 2015-06-09T06:29:26+00:00