I prodotti dei presidi Slow Food siciliani nei ristoranti italiani di Londra

LONDRA – I ristoranti italiani di Londra cucineranno i piatti tipici siciliani usando almeno due presidi Slow Food Sicilia, cioè le migliori materie prime che rispondono ai criteri di “buono, giusto e pulito”: è il progetto Gusta la Sicilia che sarà presentato in inglese nella Capitale britannica durante l’happening agroalimentare “I Siciliani a tavola” martedì 14 luglio a partire dalle 11:00 all’Istituto Italiano di Cultura. La sera dopo si svolgerà la prima cena di “Gusta la Sicilia” al ristorante Sicily di Epsom, vicino Londra.I Siciliani a tavola è organizzato dall’associazione Comunità Siciliana nel Mondo – formata da 50 Comuni siciliani – con il patrocinio della Regione Sicilia ed il supporto della delegazione UK della Federazione Italiana Cuochi, l’Associazione Professionale Cuochi Italiani UK, Slow Food Sicilia, i Comites, I World, Vini ed Oli di Sicilia, Pasta Trabia, Enzo The Sicilian Chef e Tasting Sicily. L’ospite d’onore è Geoff Andrews, scrittore britannico con la passione per la cucina made in Sicily.
L’evento – con un mini-show dell’attore catanese Gilberto Idonea, paladino dei migranti siciliani – è una degustazione gratuita, aperta a tutti, e un momento di divulgazione in lingua inglese per far conoscere ai londinesi la cucina di Sicilia come Cultura e bene immateriale da tutelare: nell’isola, infatti, c’è il numero più alto di presidi SlowFood del mondo, ben 40, concentrato nella stessa area geografica.
Un Laboratorio del Gusto sarà dedicato all’Olio di Minuta: un esperto spiegherà in inglese come riconoscere l’olio di oliva ed apprezzarne le qualità. Spazio anche al marsala la cui storia si intreccia con quella britannica. Seguirà la degustazione di miele di api nere sicule, pane di Tuminia, pasta Trabia, provola dei Nebrodi al limone, formaggio Maiorchino, caponata, carciofata, cucunci di Salina, ricotta infornata ed altri presidi SlowFood che saranno a disposizione del pubblico insieme a fichi d’india, cannoli, paste di mandorla, torronicini alle nocciole dei Nebrodi e malvasia.
Nel corso della giornata sono previsti i contributi di Filippo Ricciardi (Associazione Comunità Siciliana nel Mondo), Lucio Tambuzzo (I WORLD), Giuseppe Pennino (Ass. Agricoltura Regione Sicilia), del sommelier Maurizio Titone, Rosario Gugliotta (Slow Food Sicilia), Enzo Oliveri – (Associazione Professionale Cuochi Italiani – delegazione UK), Salvatore Romano, Andrea Scarpignato ed Eugenio Vazzano (Tasting Sicily).
L’indomani, mercoledì 15 luglio a partire dalle h19, si svolgerà la prima cena del menu “Gusta la Sicilia” per sole 50 persone: il ristorante è Sicily – Epson 34 South street KT18 7PJ

I prodotti dei presidi Slow Food siciliani nei ristoranti italiani di Londra 2015-07-03T14:55:16+00:00