Italgas, il Tribunale di Palermo revoca l’amministrazione giudiziaria

Il tribunale di Palermo ha decretato la revoca dell’amministrazione giudiziaria disposta un anno fa nei confronti di Italgas ma ha imposto il controllo giudiziario per tre anni e l’istituzione di un organismo di vigilanza.

Italgas era stata commissariata da parte della sezione Misure di prevenzione del tribunale di Palermo il 9 luglio 2014.  Tutto parte una lunga indagine scaturita dalla «caccia al tesoro» di Vito Ciancimino. Da un filone di quella indagine erano emersi legami tra una società che secondo i pm sarebbe riferibile a soggetti legati a Cosa nostra e gli appalti concessi da Italgas per i lavori sulla propria rete. Appalti che dalla Sicilia si sarebbero estesi anche in altre aree del Centro e Nord Italia con, secondo i pm di Palermo, la connivenza dei vertici di Italgas. Il commissariamento era stato prorogato di altri sei mesi lo scorso dicembre perchè l’azienda era ritenuta ancora a rischio di infiltrazioni mafiose.

Italgas, leader in Italia nel settore della distribuzione cittadina del gas naturale, è controllata dal 100% da Snam. E’ la prima volta che una società quotata subisce una misura del genere. Italgas conta 1.500 concessioni, una rete di distribuzione di 53 mila chilometri e 6 milioni di utenze a cui fornisce gas per quasi 7,5 miliardi di metri cubi.

Nel revocare il commissariamento, il tribunale di Palermo dà atto ad Italgas-Snam di aver effettivamente collaborato almeno a decorrere dal secondo semestre dell’amministrazione giudiziaria.

Italgas, il Tribunale di Palermo revoca l’amministrazione giudiziaria 2015-07-10T15:14:26+00:00