Energie rinnovabili. Pantelleria, un caso di successo a Smau 2015

Energie rinnovabili: Pantelleria è un caso di successo, e verrà presentato a Smau 2015 a Firenze  – la due giorni dedicata all’innovazione – dove è previsto di un workshop in cui si farà il punto sulla importanza crescente delle risorse europee a supporto dell’innovazione, sui risultati ottenuti e sulle attività di programmazione nazionale. Pantelleria, infatti, è un’isola laboratorio per le energie rinnovabili. Qui di seguito la presentazione del progetto sul sito ufficiale di Smau 2015.

L’ENTE

Il comune comprende l’intera isola di Pantelleria che copre più di 80 km² e si trova a 110 km a sud ovest della Sicilia e 70 a est nord est della Tunisia. Il suo territorio è di origine vulcanica. Sono tuttora presenti molti fenomeni di vulcanesimo secondario, prevalentemente acque calde e soffioni di vapore. L’isola raggiunge un’altitudine di 836 m sul livello del mare con la Montagna Grande. L’isola ha circa 7.000 abitanti, ma nel periodo estivo la popolazione raddoppia, arrivando a 14.000 abitanti.
Il clima è di tipo mediterraneo caldo, temperato da venti marini che soffiano impetuosi in ogni stagione, tra i quali prevalgono scirocco e maestrale.
L’economia dell’isola è basata sull’agricoltura, in particolare la coltivazione della vite e dei capperi. Pantelleria è un’isola che si caratterizza per il suo paesaggio, nel quale agli elementi naturali (tavolieri di colate laviche, coni vulcanici, cale e faraglioni) si aggiungono tipici manufatti – come i muri a secco, i giardini panteschi, i dammusi – che hanno la funzione di sfruttare le caratteristiche naturali del luogo per delimitare il terreno coltivabile, proteggere le piante dal vento e dalla salsedine, difendere le abitazioni dal calore e raccogliere l’acqua piovana.

IL PROGETTO

Per le sue caratteristiche naturali, Pantelleria si è posta l’obiettivo di perseguire una politica di efficientamento energetico e di produzione di energie rinnovabili nel rispetto dell’ambiente. Nell’ambito della realizzazione di un piano integrato che punta all’efficienza energetica, il Comune ha lavorato su diverse linee:
1)      Produzione/gestione dell’energia da fonti rinnovabili: il Comune in questo ambito ha interpretato in modo innovativo la produzione di energia. Poiché risulta difficile e problematico coniugare le fonti rinnovabili tradizionali (eolico on shore e fotovoltaico) con l’ambiente ed il territorio, il Comune in collaborazione con il Politecnico di Torino, CNR ed Enea ha implementato un sistema di produzione di energia dalle onde del mare (primo nel Mediterraneo). Il primo sistema ha una produttività stimata di 250 MWh/anno (il fabbisogno di circa 90 famiglie) ed è posizionato a nord ovest dell’isola, a 800 metri dalla costa. La tecnologia adottata per la produzione di energia è costituita da un sistema galleggiante di ingombro in pianta pari a 8×15 m affondato di 4 m e fuoriuscente dal livello del mare di 1 m. Il sistema galleggiante è ancorato con un ormeggio lasco, con quattro punti di ancoraggio. Data l’innovatività del sistema, è previsto un piano di monitoraggio della rumorosità dell’impianto e dello sviluppo della Poseidonia. Il sistema entrerà in funzione a luglio 2015.
2)     SMART GRID: nell’ambito della gestione dell’energia da fonti rinnovabili, Pantelleria è coinvolta nel progetto europeo SINGULAR, insieme alle Canarie e  alle Azzorre. Il progetto ha l’obiettivo di definire codici di rete, relativi a reti chiuse, finalizzati alla corretta gestione delle fonti di energie rinnovabili, per rispondere alle  variazioni dei consumi delle utenze. Il sistema prevede la possibilità di identificare la localizzazione degli ingressi di nuovi impianti da rinnovabili in modo tale da non creare fenomeni di sbilanciamento nella distribuzione e consentire modalità diversificate di accumulo.
Inoltre, il Comune ha sviluppato una serie di interventi di efficientamento sulle scuole, per ottenere la riduzione della trasmittanza termica attraverso un sistema integrato di rivestimento dei prospetti con materiali naturali costituenti il cappotto, infissi a taglio termico e isolamento dei soffitti con tetto giardino. Si vuole inoltre perseguire l’autonomia energetica dell’edificio attraverso l’introduzione integrata al tetto giardino di pannelli fotovoltaici ad alto rendimento.

I BENEFICI

Pantelleria si pone come un modello di produzione e gestione delle energie rinnnovabili, replicabile in altri contesti analoghi, in Italia e in Europa.

Pantelleria intende, infatti, proseguire gli interventi volti a ridurre le emissioni, mirando alla sostenibilità: chiave di volta sono tecnologie innovative non impattanti sul territorio, né dal punto di vista ambientale né dal punto di vista paesaggistico.
L’innovatività degli interventi consente di ridurre l’uso del gasolio e tende all’autonomia energetica dell’isola, con benefici economici per la comunità, senza compromettere il paesaggio e l’ambiente, che rappresentano una risorsa per lo sviluppo locale.  Contemporaneamente, proseguono le attività di efficientamento energetico con la finalità di ottimizzare i consumi delle strutture pubbliche.

Energie rinnovabili. Pantelleria, un caso di successo a Smau 2015 2015-07-11T16:34:21+00:00