Legge sugli appalti, la Cna a Crocetta: «Mantenere le nuove regole»

Legge sugli appalti e conseguenze dell’impugnativa: se ne è discusso nel Palazzo d’Orleans a Palermo nel corso di un incontro tra il presidente della Regione Rosario Crocetta e una delegazione di imprese della CNA Costruzioni (confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa).
“Oltre alla esigenza di sbloccare le procedure per le gare di opere pubbliche già cantierabili – dice Maurizio Merlino, segretario regionale della CNA costruzioni – si è sottolineato la imprescindibile esigenza di mantenere le modifiche di aggiudicazione degli appalti previsti dalla nuova Legge Regionale. Nelle 27 gare che si sono effettuate, si è evidenziato non solo un maggior equilibrio sul fronte dei ribassi che spesso erano causa di contenziosi, opere malfatte o incompiute, ma anche un aumento delle imprese partecipanti con una maggiore concorrenza”.
“Abbiamo chiesto al presidente Crocetta un suo incisivo intervento al tavolo tecnico organizzato presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri per trovare la soluzione veloce alla questione della Costituzionalità della Legge – aggiunge Merlino – senza bloccare l’applicazione delle nuove norme già operanti in Sicilia. Il presidente si è impegnato a non emanare nessuna circolare sospensiva della Legge 14/2015, auspichiamo che mantenga l’impegno”.

Legge sugli appalti, la Cna a Crocetta: «Mantenere le nuove regole» 2015-09-24T16:20:39+00:00