Torre Macauda, nuovo tentativo di vendita. Prezzo abbassato a 10 milioni di euro

Torre Macauda, nuovo tentativo di vendita. Prezzo abbassato a 10 milioni di euro per il complesso turistico vicino Sciacca. Il nuovo tentativo di vendita è fissato per il 10 dicembre, al palazzo di giustizia di Sciacca. Il prezzo è stato ridotto del 25%. L’hotel Torre Macauda si compone di  192 camere nonché di tre unità decentrate (105 cottages) e quattro blocchi con 116 appartamenti. Il prezzo base è di 10 milioni 687 mila euro. Ha già subito due riduzioni, decise dal giudice delle Esecuzioni del Tribunale. Delegato alla vendita è il commercialista saccense Calogero Cracò. Scrive il Giornale di Sicilia:

Il complesso alberghiero, come evidenziato nell’avviso, necessita di urgenti interventi di manutenzione straordinaria che sono già individuati e relazionati dal consulente tecnico d’ufficio, ma questo non ha scoraggiato alcuni imprenditori, anche stranieri, che avrebbero già chiesto informazioni al delegato alla vendita.

Con la riduzione del prezzo a poco più di 10 milioni di euro questa volta la vendita potrebbe essere effettuata. In vendita, il 10 dicembre, anche il lotto che comprende terreni in contrada Tranchina per 428 mila euro e il locale adibito a ristorante “Vecchio Casale” per 348 mila. Ed ancora, il Centro servizi per un milione 237 mila euro.

Nell’ultima asta sono stati venduti  53 appartamenti del complesso per un incasso di circa 2 milioni di euro.  In precedenza erano stati venditi altri 62 appartamenti. Complessivamente ne sono stati venduti 115 su 180.  I creditori di Torre Macauda, per circa 40 milioni di euro, sono l’Ircac, le finanziarie Sagrantino Italy, Aspra Finance, Ital Fondiario e la Serit. L’albergo è chiuso dal 2012 quando è stato gestito, per qualche mese, dalla Salento Way.

Torre Macauda, nuovo tentativo di vendita. Prezzo abbassato a 10 milioni di euro 2015-09-25T09:22:27+00:00