Autostrada Siracusa – Gela, si firma il protocollo della legalità ma i lavori non partono

Autostrada Siracusa – Gela, si firma il protocollo della legalità, ma i lavori ancora non partono.

Sarà sottoscritto lunedì prossimo da Rosario Faraci, presidente del Consorzio autostrade siciliane, ed dal Prefetto di Ragusa, Annunziato Verdé, il Protocollo di Legalità relativo alla costruzione dei Lotti 6-7-8 della Siracusa-Gela.

La firma avrà luogo in Prefettura alla presenza del Ministro degli Interni, Angelino Alfano, del presidente della Regione, Rosario Crocetta, dei responsabili delle forze dell’ordine, della giustizia, oltre che i titolari del Raggruppamento d’Imprese (Condotte d’Acqua spa e Cosedil spa) che ha vinto la gara d’appalto.

Il testo del Protocollo – predisposto sulla base della vigente normativa, degli aggiornamenti giurisprudenziali e delle direttive della Autorità Nazione Anticorruzione è stato approvato dal Ministero degli Interni.

“Un atto fondamentale – ha affermato il presidente Faraci – per evitare possibili inquinamenti mafiosi e condizionamenti nella esecuzione dei lavori. Il Cas è particolarmente attento e sensibile alla questione. Nella quotidianità opera senza tentennamenti, prevenendo ed allontanando qualsiasi possibile tentativo di infiltrazione e di commistione”.

Ma il bello è che il progetto non è cantierabile. Mancano ancora infatti le somme finali: un milione e duecento mila euro. E non è certo se e quando i lavori andranno avanti. Il sogno di un collegamento viario tra Siracusa – Gela, pertanto, è fermo alla provincia di Ragusa…

Autostrada Siracusa – Gela, si firma il protocollo della legalità ma i lavori non partono 2015-10-01T15:24:20+00:00