Cinque nuovi elettrodotti in Sicilia. Accordo tra Regione e Terna

In Sicilia saranno realizzati cinque nuovi elettrodotti. La giunta regionale ha dato il via libera alla sottoscrizione di un protocollo di intesa tra la Regione e Terna, la concessionaria di trasmissione del servizio di rete elettrica, come previsto dal piano energetico ambientale (Pears). L’investimento stimato per le infrastrutture è pari a circa un miliardo di euro. L’intesa prevede di accelerare l’iter per la costruzione dei due elettrodotti da realizzare nelle provincie di Catania e Siracusa (tra Paternò e Priolo Gargallo) e uno nel ragusano (le stazioni di Chiaramonte Gulfi e Ciminna) e la realizzazione ex novo di due impianti nella zona di Assoro (En) e tra Partinico e Fulgatore (Tp). Per ridurre il peso delle infrastrutture elettriche esistenti nella provincia di Messina e in particolare nella Valle del Mela l’intesa prevede «la demolizione di alcune infrastrutture esistenti», dopo la realizzazione dei nuovi impianti.

«Si tratta di un risultato che consentirà alla Regione di attivare investimenti per un miliardo di euro e di migliorare la rete elettrica rendendola moderna ed efficiente – dice l’assessore regionale all’Energia Vania Contrafatto – L’obiettivo è razionalizzare gli impianti attuando interventi in tutta la Sicilia. Investire in infrastrutture come queste consente di sostenere lo sviluppo economico e industriale della Sicilia. La Regione avrà il compito di guidare il processo di partecipazione tra i vari rami dell’amministrazione, gli enti locali e i soggetti interessati».

Cinque nuovi elettrodotti in Sicilia. Accordo tra Regione e Terna 2015-10-10T15:01:39+00:00