Rosolini –Modica: il CAS paga, ma dà meno della metà, sindacati chiedono incontro al Prefetto

Rosolini –Modica: il CAS paga, ma dà meno della metà, sindacati chiedono incontro al Prefetto. Il CAS (Consorzio Autostrade Siciliane) avrebbe trasferito al COSIGE (consorzio tra Condotte d’Acqua Spa e Cosedil S.p.a) la somma di 7 milioni di Euro a fronte di oltre 15 milioni dovuti per due stadi di avanzamento lavori per la Rosolini-Modica, tratto di prolungamento della Siracusa-Gela.

Sabato scorso avevamo anticipato che oggi sarebbe stata una giornata cruciale, lo aveva detto il Presidente del COSIGE, D’Andrea, il quale aveva annunciato di essere arrivato al limite della sopportazione e di come, con 40 mln anticipati, l’impresa non sia più in grado di soddisfare le esigenze di un indotto che conta, tra diretto e indiretto, circa 500 persone.

Dopo l’accredito dei 7 milioni di euro pare che siano scongiurare forme di protesta eclatante, ma le sigle sindacali stanno per chiedere un incontro al Prefetto di Ragusa per chiarire, una volta per tutte, la vicenda.

L’Ance, i sindacati e il COSIGE lamentano enormi difficoltà di comunicazione con il CAS che, ancora una volta, non ha mantenuto i patti.

Le organizzazioni interessate sono adesso in riunione per stabilire il da farsi, nelle prossime ore avremo maggiori dettagli al riguardo.

Rosolini –Modica: il CAS paga, ma dà meno della metà, sindacati chiedono incontro al Prefetto 2015-11-03T13:14:27+00:00