Dall’idea all’impresa, In Sicilia 227 nuove Start-Up

pmi sicilia

Questo Governo sta dimostrando con i fatti che trasformare l’Italia in un paese capace di attrarre i giovani è possibile. Stiamo rivoluzionando la precedente visione frammentata del mondo del lavoro, rafforzando il coordinamento tra PMI, Professionisti e politica imprenditoriale e grazie ai numerosi programmi per le PMI e l’imprenditorialità per favorire lo sviluppo del Mezzogiorno”: lo ha detto il sottosegretario allo Sviluppo Economico Simona Vicari partecipando ieri al seminario “Dall’idea all’impresa: le politiche nazionali a sostegno delle PMI dall’innovazione alle start-up” svoltosi presso il Centro Direzionale delle Imprese pmiRagusa Multifidi.

L’evento promosso da pmiRagusa e Sicilia Impresa ha registrato, oltre l’intervento diretto del M.I.S.E., la presenza di una delegazione di Invitalia, l’agenzia che si occupa degli incentivi nazionali a sostegno delle imprese. Presenti il Prefetto di Ragusa Annunciato Vardè e numerose altre rappresentanze degli ordini professionali e della piccola e micro impresa.

Come da programma il convegno, dopo i saluti iniziali di Roberto Biscotto presidente di pmiRagusa e Andrea La Rosa presidente di Sicilia Impresa, ha registrato  a seguire gli interventi del segretario generale della Camera di Commercio di Ragusa Carmelo Arezzo, di Giusy Migliorisi della Direzione di Confindustria Ragusa, di Paolo Mollura segretario dell’Ordine dei Commercialisti della provincia di Ragusa e del presidente provinciale dell’Ordine degli Agronomi Silvio Balloni.

E’ toccato poi al rappresentante del Governo Simona Vicari entrare nel vivo del seminario con l’illustrazione degli interventi del Mise a sostegno delle piccole e medie imprese italiane: “Molto è stato già fatto – ha detto la senatrice – : da “Smart and Start” per le start-up innovative, al credito d’imposta per ricerca e sviluppo, al Patent box, al Fondo di garanzia per le PMI, nuove imprese a tasso zero, al voucher per l’internazionalizzazione. E il successo è dimostrato dai numeri: al 9 novembre le start-up in Italia sono 5 mila di cui 227 solo in Sicilia. Un altro grande successo è quello sul fronte della proprietà intellettuale. E’ notizia di pochi giorni fa il rifinanziamento, vista la grande richiesta, della misura Disegni +2 che si è aggiunta a Brevetti + 2”.

La recentissima pubblicazione del Masterplan per il Mezzogiorno – ha concluso il sottosegretario – dimostra che il Governo ha avviato un percorso a lungo termine per rivoluzionare il Sud: partendo dall’azione di liberalizzazione e riforma dei mercati già felicemente avviata è ora possibile non più, come in passato, solo immaginare una “svolta a sud” ma programmarla sulla base di dati positivi che arrivano da queste terre ogni giorni”.

L’intervento del sottosegretario è stato supportato dal funzionario di Invitalia Giuliana Cecchi che ha illustrato le misure attualmente in vigore e quelle allo studio per sostenere la nascita di nuove imprese. La parte finale del convegno è stata dedicata al dibattito e agli incontri “one to one” con i responsabili di Invitalia.

A conclusione dei lavori una degustazione offerta da Sinzalìa, il negozio online delle eccellenze enogastronomiche siciliane promosso da pmiRagusa.

Dall’idea all’impresa, In Sicilia 227 nuove Start-Up 2015-11-12T15:48:51+00:00