Parco eolico nel mare tra la Sicilia e Pantelleria, la società perde il ricorso al Tar

 Il Tar, il tribunale amministrativo, pone la parola fine – forse – al progetto per l’installazione di un parco eolico in mare al largo di Pantelleria. La società C&C Consulting Engeneering srl (ex For Wind s.r.l) è l’autrice del progetto di realizzazione di 38 torri eoliche nella fascia di mare dove insistono le aree conosciute come «Banco Avventura» e «Banco Pantelleria». I cavidotti dovevano passare per il litorale selinuntino per arrivare sino a Partanna dove doveva essere allocata la centrale elettrica.
La terza Sezione del Tar del Lazio  lo scorso 18 novembre, accogliendo le difese delle resistenti Amministrazioni, tra le quali quelle dei Comuni di Partanna e Castelvetrano ha rigettato il ricorso promosso dalla società avverso il diniego del ministero dell’Ambiente al rilascio dell’autorizzazione di impatto ambientale per l’ opera. Il progetto, con un consistente numero di aerogenetori sorretti da un sistema di ancoraggio mobile, costituito da ampie piattaforme e cavi di acciaio da 60 tonnellate cadauno, era previsto nel tratto di mare distante circa venti miglia dalla costa della borgata di Marinella di Selinunte.

A questo link la descrizione completa del progetto.

Parco eolico nel mare tra la Sicilia e Pantelleria, la società perde il ricorso al Tar 2015-11-22T16:01:55+00:00