Parla Matteo Tutino: “Io, dipinto come lo sbiancaculi”

Torna a parlare Matteo Tutino. Il medico, ex primario dell’ospedale Villa Sofia e medico personale del presidente della Regione Rosario Crocetta è stato arrestato nel giugno scorso dai carabinieri del Nas con le accuse di truffa, falso e peculato. Qualche settimana fa il Gip di Palermo Ettorina Contino ha disposto il provvedimento di obbligo di dimora per l’attenuazione delle esigenze cautelari e per l’osservanza delle prescrizioni del tribunale, e oggi Tutino parla in un’intervista al quotidiano Libero. “Mi hanno dipinto come lo sbiancaculi” dice. “I politici m’han fato lo scalpo. Sono stato l’unico arrestato per tre nasi e due mammelle”. Tutino parla anche della telefonata fantasma con Crocetta su Lucia Borsellino e delle ripercussioni sulla sua vita privata: “Hanno rovinato la mia famiglia. Ai miei figli mandano carta igienica sporca”. Il medico chirurgo dice che “certa stampa ha fatto diventare Vangelo la notizia falsa secondo la quale io avrei augurato a Lucia Borsellino di fare la fine del padre. Se non mi sono suicidato è perchè il Procuratore Lo Voi ha smentito subito l’esistenza di quella intercettazione. E devo ringraziare anche la Madonna a cui sono devotissimo”. A proposito di devozione, lo stesso Crocetta ha raccontato che la prima volta che ha conosciuto Tutino, presentato da Antonio Ingroia, il medico stava dicendo il rosario… Sempre sui suoi rapporti con Lucia Borsellino, Tutino dice che “prima le ero vicino. Adesso non ho più alcun tipo di rapporto”. Ma è vero o no che ha sbiancato l’ano di Crocetta a spese del servizio sanitario nazionale? “Per tutti io sono adesso quello che sbianca i culi, ma in realtà io a Crocetta ho fatto solo, privatamente, la rinoplastica e gli ho ridotto il grasso addominale, molto pericoloso per un diabetico come lui. Per Tutino i suoi guai sono cominciati “per l’invidia di alcuni colleghi invidiosi del mio ruolo” e parla di “un politico che aveva interesse a far cadere Crocetta”. Tutino non vede Crocetta dal giorno dell’arresto, tuttavia dice “la lontananza non cancellerà mai la nostra amicizia”, che non va oltre la stima: “Sono stati fatti osceni fotomontaggi con me e Crocetta, ma io rivendico la mia eterosessualità”.

Parla Matteo Tutino: “Io, dipinto come lo sbiancaculi” 2015-12-28T12:29:49+00:00