Modica: una lettera anonima fa tremare il Comune

Il 5 Gennaio scorso, in un comunicato inviato alla stampa, Maurizio Villaggio, referente per Forza Italia a Modica, ha fatto cenno ad una lettera anonima arrivata al comune, ecco cosa diceva: «una lettera anonima (la seconda  nel giro di due anni), destinatario il Sindaco di Modica e la sua giunta protagoniste di tutta una serie di situazioni pare poco chiare ed inquietanti. Un evento del genere, se fosse successo a livello nazionale,  regionale o in altri comuni grandi e piccoli, avrebbe visto tutte le opposizioni chiedere al governo o all’amministrazione di riferire subito in aula. Incredibilmente a Modica non è successo nulla!»

Dopo queste parole, Villaggio ha cambiato argomento, ma il dubbio è rimasto. Di quale lettera anonima parla? Cosa c’è scritto di così importante che addirittura nessuno ne parla? A chi è stata inviata?. Capendo che Il referente di Forza Italia non era intenzionato a dire oltre ciò che già aveva asserito nel comunicato stampa, abbiamo cercato di sondare il campo alla ricerca di qualche informazione utile a chiarire la vicenda. Dopo aver sentito alcune persone vicine all’ambiente di Palazzo San Domenico, ecco che sono venute fuori le prime informazioni utili a inquadrare la vicenda e capire qualcosa in più.

Stando alle testimonianze di alcuni bene-informati, pare che tutto sia iniziato con una lettera anonima inviata alle più importanti istituzioni politiche, di controllo e militari dove si denunciano una serie di illegalità che si sarebbero registrate all’interno dell’ente comunale da quando è in carica la giunta guidata dal Sindaco Ignazio Abbate. La lettera starebbe scottando le mani di molti politici locali e non, che ancora non avrebbero stabilito cosa fare: ignorare tutto o reagire? La lettera parla di probabili tornaconti personali nella gestione dei servizi comunali, così come per la gestione dei rifiuti o altri settori ancora. Nella missiva le accuse sono rivolte ad ampio raggio andando a colpire molti uffici chiave del comune dove “ci sarebbero moltissimi favoritismi con incarichi diretti che sarebbero stati dati ad alcuni figli di consiglieri, ad esempio nella commissione sanatoria».

Oggi riunioni politiche sul da farsi

La lettera fa riferimento anche alla fondazione che gestisce il  Teatro Garibaldi  dalla quale il precedente Presidente sarebbe stato fatto allontanare perche si sarebbe dimostrato non allineato con i vertici politici della città. nella lettera si parla anche di probabili assunzioni in cooperative di parenti e amici degli amici, così come di gestione familiare sono accusati alcuni settori fondamentali dell’ente comunale dove si rilasciano documenti importanti per lo sviluppo edile  del territorio. Nella missiva non mancano i riferimenti ai grandi eventi come la partecipazione all’Expo e il Choco Modica, “manifestazioni dove girerebbero un sacco di soldi non tenendo conto dei richiami della Corte dei Conti per un Comune a rischio dissesto”.

Si tratta di accuse pesanti che hanno messo in crisi soprattutto l’opposizione consiliare: lasciare perdere dato che si tratta di lettere anonima o chiedere al sindaco di riferire in aula? Ufficialmente nessuno conferma, ma nemmeno smentisce, tutti gli attori politici della Contea hanno in mano la lettera, ma che fare? Pare che nella giornata di oggi alcuni gruppi politici di opposizione si riuniranno proprio per discutere sul da farsi, molti sarebbero propensi a lasciare perdere, ma altri invece vogliono vederci chiaro per capire se quanto scritto nella missiva corrisponde a verità.

È una lettera molto pesante nei confronti di sindaco, amministratori e dirigenti, una lettera che adesso sicuramente sarà già al vaglio anche degli inquirenti che dovranno capire l’attendibilità delle notizie riportate, ma se solo una parte di quanto scritto in questa missiva corrisponde a verità, c’è materiale per far saltare tutto in aria.

Modica: una lettera anonima fa tremare il Comune 2016-01-08T10:16:59+00:00