Startup: a Palermo i luoghi dell’innovazione sono 300

Presentato il premio Edison Pulse: 200mila euro per le tre iniziative migliori

PALERMO. C’è ma non si vede. O, per meglio dire, la vedono in pochi. Ma l’innovazione, a Palermo, è più diffusa di quanto si possa immaginare: start up, incubatori, coworking, living lab e così via. Un nuovo fronte di imprenditoria spesso sottovalutato ma che può esprimere grandi potenzialità Lo dice Maurizio Carta, presidente della Scuola politecnica dell’Università di Palermo, e rilancia il tema in una sede autorevole come la Gam (la Galleria di arte moderna che è già un esempio di innovazione culturale) e nell’ambito della presentazione del Premio Edison Pulse, giunto alla terza edizione e dedicato appunto alle start up: 200 mila euro e servizi in palio per le migliori start up. Alla prima edizione le prime tre classificate erano tutte siciliane. Carta, si diceva, rilancia una serie di elementi che sono utili a far riflettere chi considera questo fenomeno (all’interno del quale lui inserisce anche gli orti urbani come esempio di innovazione economica e sociale) solo marginale: «Noi – dice Carta – abbiamo creato lo smarting planning lab all’interno della Scuola politecnica e abbiamo fatto una mappa: la mappa dei talenti, della creatività e dell’innovazione. Abbiamo scoperto che a Palermo sono 300 i luoghi dove esistono scintille di innovazione e molte iniziative si trovano in luoghi inaspettati: aree dismesse, garage, orti urbani. Certo, possiamo dire che 300 luoghi non rappresentano ancora un ecosistema dell’innovazione ma siamo sulla buona strada: loro non sapevano di essere così tanti e quella mappa ha già prodotto risultati perché l’innovatore ha cominciato a discutere con il vicino innovatore anche lui. La mappa, poi, è stata inserita e fa parte a pieno titolo del Piano strategico Palermo.

Diciamo, giusto per utilizzare un luogo comune, che anche questa è la Palermo che non ti aspetti, almeno a colpo d’occhio. Che fa il paio con altre iniziative, divenute ormai punto di riferimento per chiunque faccia innovazione in questa regione come il Consorzio Arca: «Dal 2003, anno di creazione,  a oggi – spiega il presidente Umberto La Commare – abbiamo attivato 50 startup di cui 40 sono ancora attive che danno lavoro a 250 persone. Palermo ha un deficit di capacità imprenditoriale ma bisogna lavorare per il futuro».

Ed è dunque con questa città che si confronta il premio lanciato da Edison. Il concorso, che mette in palio 195 mila euro, un periodo di incubazione e una campagna di comunicazione, si rivolge alle idee più innovative nel campo Internet of Things, Low Carbon City e Sharing Economy. «Edison è presente in Sicilia in vari settori e questo concorso – ha detto Giuseppe Merola, presidente di Edison Energy solution, durante la presentazione – è fondamentale per la nostra azienda in quanto esprime la necessità di trasformazione delle aziende energetiche in base ai cambiamenti attuali. Dare spazio alle idee innovative è necessario per restare al passo con i tempi e per mantenere alta l’attenzione su temi come l’efficienza energetica e la sostenibilità».
Le iscrizioni, aperte fino al 20 aprile sul sito www.edisonpulse.it, sono rivolte sia alle start up, sia a a team informali composti da almeno tre persone.  Nel corso dell’iniziativa sono state presentate alcune tra le migliori start up del panorama siciliano. Oltre a Park Smart, vincitore 2014 nella categoria Smart Communities, sono state presentate le start up: Momo, un robot domestico con intelligenza artificiale; Beentouch for IoT, un software di videochiamata; Bycare Lab Adesso, un dispositivo di sicurezza per biciclette e conducente; In.Sight, un sistema di orientamento per i non vedenti; StayFood, un portale per esaltare le eccellenze alimentari italiane e Bookingbility, una piattaforma di prenotazione per strutture ricettive dedicate ai disabili e a persone con esigenze speciali. Il concorso, aperto fino al 20 aprile, è partito il 13 gennaio scorso con le iscrizioni. Le tre idee che riceveranno più voti saranno posizionate in primo piano nella home page del sito Edison e accederanno direttamente alla finale. L’annuncio dei 15 finalisti (5 per categoria) sarà dato il 31 maggio, mentre i vincitori saranno proclamati, nel mese di giugno, durante l’Innovation Week di Edison.

Startup: a Palermo i luoghi dell’innovazione sono 300 2016-03-18T12:13:49+00:00