Un protocollo tra il Ministero dell’Ambiente e le Aree Marine Protette siciliane

“Un Protocollo d’Intesa per l’attuazione del progetto R.A.M.P.S., la Rete delle Aree Marine Protette Siciliane, con l’obiettivo di promuovere lo scambio di buone pratiche, ottimizzare e ridurre i costi progettuali e armonizzare le metodologie tra le AMP siciliane per renderle coerenti con le Direttive comunitarie sulla Strategia Marina”.

E’ quanto prevede l’accordo firmato tra il Ministero dell’Ambiente, la Regione Sicilia e i Presidenti delle Aree Marine Protette di  “Capo Gallo-Isola delle Femmine”, “Isola di Ustica”, “Isole dei Ciclopi, “Isole Egadi”, “Isole Pelagie” e “Plemmirio” a margine dell’incontro organizzato dalla Sottosegretaria all’Ambiente Silvia Velo con le Regioni Costiere per fare il punto sullo stato di attuazione Programmi di monitoraggio della Strategia Marina.

Il Protocollo firmato oggi – ha continuato la Sottosegretaria Velo – rappresenta la prima esperienza di sinergia tra Governo, Regione e Aree Marine Protette che permetterà alla Rete di poter realizzare interventi per la tutela dei fondali, la sostenibilità del turismo, garantire l’accessibilità e la fruibilità delle aree per i diversamente abili e valorizzare le risorse umane locali e le cooperative giovanili, con la possibilità – ha concluso la Sottosegretaria Velo – di poter accedere ai fondi della nuova programmazione comunitaria 2014/2020”.

 

Un protocollo tra il Ministero dell’Ambiente e le Aree Marine Protette siciliane 2016-07-14T06:48:03+00:00