‘A Ragusa 29 milioni di euro grazie al Patto per la Sicilia’

Secondo il deputato ragusano del Partito Democratico, Nello Dipasquale, il Patto per la Sicilia siglato dal Premier ad Agrigento, porterà alla provincia di Ragusa finanziamenti per circa 30 milioni di euro. L’ex sindaco di Ragusa fa anche un primo elenco delle opere che dovrebbero essere finanziate, tra le più importanti spiccano: la messa in sicurezza del campo di equitazione di Ragusa, la riqualificazione del campo da rugby, la realizzazione di un collettore fognario a Monterosso, il raddoppio della Ragusa-Catania ecc. Ecco cosa ha scritto Nello Dipasquale:

Il segretario del Partito democratico ha chiuso la Festa dell’Unità che si è svolta nel capoluogo etneo con un brillante discorso durante il quale ha affrontato tutti i punti più qualificanti dell’azione di Governo. Notizie importanti anche per il Patto per la Sicilia perché di concerto con il Governo regionale sarà possibile ottenere risorse anche per la nostra provincia.
Ammonterebbero a circa 29 milioni di euro le somme stabilite per il territorio ragusano, anche se verificare ogni piano di intervento, in queste ore, è veramente difficile, ma è un lavoro che si sta portando avanti presso gli uffici della regione. Secondo le informazioni al momento disponibili ci sarebbero: 400 mila euro al Comune di Ragusa per i lavori di manutenzione e messa in sicurezza del campo di equitazione; un milione e 500 mila euro per la copertura e la riqualificazione del campo di rugby di Ragusa; 3 milioni 700 mila euro per l’adeguamento alla normativa vigente dell’impianto di depurazione di contrada Pescazze di Santa Croce Camerina. A Monterosso Almo 300 mila euro per la realizzazione di un nuovo collettore fognario nel centro abitato, più altri 150 mila euro per la sistemazione ed il rifacimento di tratti fognari. Inoltre, sempre a Monterosso Almo, andrebbero 150 mila euro per la ristrutturazione e l’adeguamento delle vasche di sedimentazione del depuratore di contrada Molino Nuovo, con l’installazione di campionatori in continuo e misuratori di potenza.
Nel piano sono inserite anche altre opere che dovrebbero ottenere o vedere riconfermati dei finanziamenti. Nella lista ci sono Cava Ispica con il ripristino dei sentieri del parco archeologico (1 milione, 154 mila euro), riqualificazione funzionale del parco archeologico Parco Forza (oltre due milioni di euro), riqualificazione parco archeologico di Camarina (oltre 4 milioni di euro), raddoppio Ragusa-Catania per 815 milioni di euro, a cui si aggiungono i lavori per la segnaletica, il risanamento della sovrastruttura stradale e il consolidamento delle pendici. Ancora sistemazione tornante sp 42 (350 mila euro), ed sp 45 (750 mila euro), ammodernamento e regimentazione idraulica lungo la Ispica-Pachino (oltre due milioni di euro), ammodernamento strade zona industriale Modica-Pozzallo (oltre due milioni), potenziamento depuratore e rete fognaria a Vittoria e Scoglitti (oltre 5 milioni di euro), manutenzione straordinaria impianti di deputazione comunale in contrada Lusia (oltre 4 milioni di euro), dimissione impianto di contrada Lodderii e realizzazione di collegamento al depuratore di Arizza, a Scicli (oltre 3 milioni di euro), opere di tutela della fascia costiera a Santa Maria del Focallo (12 milioni di euro).
Qualcuno aveva definito il Patto per il Sud come una sorta di libro dei sogni, una favola, ma ogni giorno che passa, grazie al Governo Renzi e grazie al Governo Crocetta, la realizzazione delle opere inserite al suo interno si fa sempre più vicina. Nonostante l’ostruzionismo che qualcuno continua a portare avanti non rendendosi conto di danneggiare la Sicilia e non il Governo regionale. E’ chiaro che adesso queste somme e questi progetti andranno tutti verificati e l’impegno mio, e penso dell’intera deputazione, sarà quello di drenare il maggior numero di risorse possibili per il nostro territorio.

‘A Ragusa 29 milioni di euro grazie al Patto per la Sicilia’ 2016-09-13T06:12:47+00:00