Oggi è l’anniversario dell’omicidio del giudice Giacomelli

Oggi è l’anniversario dell’omicidio del giudice Alberto Giacomelli che il 14 settembre del 1988, già in pensione da oltre un anno, venne ucciso in un agguato mafioso per aver disposto anni prima, da presidente della sezione per le misure di prevenzione del Tribunale di  Trapani, la confisca di beni appartenenti al fratello di Totò Riina, Gaetano.

Dopo 14 anni di depistaggi, il 28 marzo 2002, Totò Riina viene condannato all’ergastolo per esserne stato il mandante. La sentenza definitiva il 12 marzo 2003.Vincenzo Virga, capo mafia di Trapani è stato assolto. I killer non sono stati mai individuati con certezza. Quello di Alberto Giacomelli resta l’unico caso di omicidio di un magistrato in pensione nella storia d’Italia. La sua firma di servitore dello Stato, lo condannò a morte.

Questo il ricordo dell’Anm:

 

A questo link  invece il video con l’intervista al figlio, oggi sacerdote, del Corriere della Sera.

 

Oggi è l’anniversario dell’omicidio del giudice Giacomelli 2016-09-14T10:11:27+00:00