Carmelo Barbagallo, crociere e gioielli con i soldi della Uil

Contributo per progetto condiviso. E’ causale del bonifico con cui dai conti correnti di Uil Trasporti, Uil Pensionati e Uil Pubblica Amministrazione è stata sbloccata e trasferita la cifra di 16.456 euro. A favore di Luigi Angeletti e Carmelo Barbagallo, rispettivamente ex ed attuale segretario della Unione italiana del lavoro. E’ il più eclatante ma non l’unico caso di appropriazione indebita, per fini personali, di fondi del sindacato per cui la Procura di Roma ha messo sotto inchiesta e rinviato a processo i vertici della Uil (oltre a Barbagallo e Angeletti sono comparsi di fronte al giudice i dirigenti Goffredo Patriarca, Giuseppe Caronia, Romano Bellissima, Salvatore Bosco, Luigi Simeone e Ubaldo Conti). Chiamati a spiegare come i soldi dei lavoratori siano finiti nelle loro tasche, per poi essere spesi in soggiorni vacanza, crociere esotiche ed acquisti di brillanti Swarovski.

Costa Favolosa, Costa Deliziosa, crociere nella terra dei vichinghi

Gli oltre sedicimila euro che sarebbero dovuti servire a sostegno dell’azione sindacale, in soccorso dei lavoratori del settore pubblico, del trasporto e non ultimi ai pensionati, hanno pagato la crociera Terra dei Vichinghi a bordo della Costa Atlantica a Barbagallo, Angeletti, Bosco e Bellissima e i rispettivi accompagnatori. Era il marzo del 2010, e ai dirigenti della Uil la crociera deve essere piaciuta così tanto da progettarne un’altra l’anno successivo, maggio 2011. Altro bonifico, altri 16 mila euro per permettere al segretario, all’ex e ai loro assistenti di soggiornare a bordo della Costa Favolosa, una delle più lussuose della celebre flotta per il turismo via mare. E siccome non basta mai, ecco altri passaggi di denaro dalle casse del sindacato, le quote versate dagli iscritti, alle tasche di chi dovrebbe tutelarli.

Il camping deluxe e i brillanti

Le accuse di spese indebite per cui i pesi massimi della Uil sono a processo comprendono anche 2.900 euro di cui si sarebbe appropriato Goffredo Patriarca, allora tesoriere della sezione Trasporti, e che avrebbe donato al collega Ubaldo Conti per permettergli di essere spesato di tutto punto nei 15 giorni di soggiorno nel villaggio vacanza California Camping a Marina di Montalto, nell’estate del 2010, in cui Conti ha portato con sé anche la madre e suo nipote. C’è qualcosa di più bello e seducente dei brillanti Swaroski? Ed ecco Goffredo Patriarca usare ancora la carta di credito intestata alla Uil e collegata alla sezione Trasporti, per usare i fondi presenti in quel conto e fare shopping in gioielleria. Quattro volte, per 2.800, 1.700, 1.935 e 630 euro, spesi tra gennaio e settembre 2011. I dirigenti sindacali sono comparsi nella prima udienza di fronte al giudice Marco Genna e al Pm Cinzia De Aglio, titolare dell’inchiesta insieme ai colleghi Pesci e Marinaro.

Carmelo Barbagallo, crociere e gioielli con i soldi della Uil 2016-09-16T09:29:34+00:00