Il parco eolico di Butera. I lavori vanno avanti da 12 anni, e c’è solo una pala

A Butera c’è un parco eolico. Inaugurato 12 anni. E composto da … una sola pala, mai entrata in funione.

La Guardia di finanza del nucleo di Polizia Tributaria di Caltanissetta hanno scoperto un danno erariale per oltre 3 milioni di euro.

Le indagini fanno riferimento ad una gara d’appalto indetta dal Comune di Butera nel Nisseno per la realizzazione di un parco eolico, finanziata con fondi erogati dalla Regione. I finanzieri avrebbero accertato che dopo oltre 12 anni dall’inizio dei lavori – nel sito di Contrada Grecuzzo – a seguito di diverse varianti e suppletive, la ditta appaltatrice non ha portato a termine i lavori e che il Comune di Butera, in qualità di “stazione appaltante”, non ha vigilato al fine di evitare lo sperpero di denaro pubblico. La Regione Sicilia – Dipartimento Industria – non risulta invece aver svolto i propri compiti di vigilanza e controllo né, tanto meno, aver avviato una procedura di recupero delle somme finanziate come previsto dalle norme vigenti.

Le fiamme gialle hanno così segnalato 13 soggetti (tra cui funzionari del dipartimento industria della Regione sicilia, il sindaco di Butera e il suo predecessore nonché il responsabile urbanistica del Comune di Butera, il responsabile del procedimento, i progettisti, il direttore dei lavori e rappresentanti legali delle ditte appaltatrici per aver determinato un danno erariale di oltre 3 milioni di euro.

 

Il parco eolico di Butera. I lavori vanno avanti da 12 anni, e c’è solo una pala 2016-10-05T18:06:15+00:00