Gesap, via libera all’aumento di capitale

L’assemblea straordinaria degli azionisti della Gesap, la società di gestione dell'aeroporto di Punta Raisi, ha deliberato oggi, all’unanimità, l’aumento di 30 milioni del capitale sociale, che verrà eseguito tra il febbraio 2013 e il giugno 2014.
Alla presenza dei rappresentanti della Provincia regionale di Palermo, del Comune di Palermo, della Camera di commercio di Palermo e di Confindustria Palermo, il Consiglio di amministrazione ha ribadito la necessità di anticipare la ricapitalizzazione della società di gestione dell’aeroporto di Palermo per sostenere l’impegnativo piano quadriennale degli investimenti in corso, tenuto conto del grave ritardo accumulato dall’iter procedurale di approvazione ministeriale del Contratto di programma dell’aeroporto di Palermo che ha richiesto ben 26 mesi per rendere effettiva la nuova misura dei diritti aeroportuali approvata dal Consiglio di amministrazione di Enac già il 6 luglio del 2010, ed entrata in vigore solo il 20 settembre 2012.
Un ritardo che, secondo la Gesap, ha determinato minori ricavi aviation pari a dodici milioni di euro nel 2011, primo anno di efficacia del CdP, e a nove milioni di euro circa nel 2012, con la conseguente necessità – come confermato nel corso dell’odierna assemblea – di ricorrere ai soci per l’anticipata ricapitalizzazione della società al fine di sostenere il finanziamento del Piano quadriennale degli investimenti 2010/2013, pari a 124,5 milioni di euro, 64,6 dei quali in autofinanziamento.
Attraverso l'aumento di capitale deliberato dall'assemblea dei soci,  “La Provincia intende garantire il sostegno alla Gesap, per consentire alla società nuove possibilità di investimenti – ha affermato il presidente della Provincia, Giovanni Avanti -. Il potenziamento dello scalo e delle infrastrutture aeroportuali rappresenta una scelta strategica per la crescita del territorio e per il rilancio dell'economia di un comparto fondamentale come il turismo”.  
“Dall’insediamento della nuova Amministrazione comunale – ha detto l’Assessore alla Aziende partecipate Cesare Lapiana  – la questione Gesap era per noi una delle grandi priorità da monitorare e l’odierno atto conferma la volontà di questa amministrazione di risolvere il problema”.
Da parte dell’amministratore delegato, Dario Colombo, è stata espressa “grande soddisfazione per la decisione assunta oggi dagli Azionisti pubblici, tanto più apprezzabile in tempi di crisi della finanza pubblica e di forte riduzione dei trasferimenti erariali e regionali. Al contempo – ha aggiunto Colombo -, si renderà necessario riavviare il dialogo con il nuovo Governo regionale per la sottoscrizione dell’Accordo di Programma Quadro a fronte del Protocollo d’Intesa sottoscritto il 9 aprile 2009 e che assegna a Gesap ben 27,6 milioni di euro a valere sul PON Trasporti 2007-2013 da destinare all’intervento di adeguamento sismico e ristrutturazione dell’aerostazione passeggeri (I° lotto)”. 
In tal senso, il progetto esecutivo è fermo da tempo in Enac per essere approvato, ma prima è necessario sottoscrivere l’APQ, in modo che i nuovi lavori possano essere appaltati entro l’estate del nuovo anno.
“L’aumento del capitale sociale è un passo importante, condiviso all’unanimità dai principali azionisti, e un impegno mantenuto – ha commentato il presidente della Camera di commercio di Palermo e vicepresidente di Gesap, Roberto Helg – che dà impulso allo sviluppo dello scalo palermitano in fatto di opere da realizzare”.
Gesap, via libera all’aumento di capitale 2012-12-05T17:16:48+00:00