Nasce a Catania un nuovo polo logistico

CATANIA – Logistica e intermodalità: i fattori di sviluppo del territorio non possono prescindere dal vantaggio competitivo generato dal settore dei trasporti, dei depositi e della movimentazione delle merci. Se poi ad investire sulle infrastrutture sono i privati, la creazione di un nuovo “polo logistico” assume ancora più valore in un territorio, come quello della Sicilia, dove le potenzialità si scontrano ogni giorno con le criticità legate al settore pubblico dei trasporti. È con questi presupposti che sabato 18 maggio, alle 10.00, nella zona Industriale di Catania (XX Strada), DN Logistica inaugurerà un nuovo terminal ferroviario a ridosso dello scalo merci di Bicocca.
Dopo la visita guidata della nuova struttura, si svolgerà la tavola rotonda “Il settore della logistica nell’economia dell’Isola: finanza, occupazione, legalità, realtà e potenzialità”, coordinata dal giornalista de “La Sicilia” Domenico Ciancio. Apriranno i lavori l’amministratore unico della DN Logistica Luigi Nicosia, il fondatore del gruppo Diego Nicosia e il presidente di Confidustria Catania Domenico Bonaccorsi di Reburdone. A seguire interverranno: Ivan Lo Bello, vice presidente nazionale di Confindustria; Rosario Faraci, Ordinario di Economia delle imprese dell’Università di Catania; Antonio Pogliese dello Studio Pogliese; Armando Lo Prinzi, direttore della filiale di Catania del Credito Siciliano e Gaetano Cascone, capo Area della Banca Popolare Agricola di Ragusa. Alle 12.00 è previsto il taglio del nastro alla presenza del sindaco di Catania Raffaele Stancanelli; del Commissario Straordinario della Provincia Regionale di Catania Antonina Liotta; del vice presidente dell’Assemblea Siciliana Salvo Pogliese e di S.E. Mons. Salvatore Gristina, Arcivescovo di Catania.
«In un mercato sempre più globale – spiega il dott. Pogliese – il settore della logistica necessita di modelli innovativi a livello locale. Se al valore dell’imprenditorialità aggiungiamo poi il rispetto delle regole e la cultura della legalità, allora i costi possono essere davvero considerati investimenti e non spese».
«Abbiamo impiegato tempo e risorse per creare un polo logistico ferroviario tutto nostro a ridosso della stazione merci, che ci consente di non essere legati agli orari e alle attese del terminal pubblico – spiega Luigi Nicosia – siamo i primi in Sicilia ad aver effettuato un tale investimento per venire incontro alle esigenze di velocità e massima flessibilità richieste dal mercato: il binario arriva direttamente dentro il nostro magazzino, riducendo del 50% la durata delle operazioni di carico e scarico».
La struttura integrata per il trasporto ferroviario, gommato, marittimo e la movimentazione dei colli automatizzata con sistemi di radio frequenza, consentirà alla Sicilia di sfruttare al meglio la sua posizione strategica, favorendo gli scambi e l’economia dell’Isola.

Nasce a Catania un nuovo polo logistico 2013-05-14T16:33:14+00:00