Start up in Sicilia, l’Ircac finanzia dieci cooperative

Finanziamenti agevolati a quindici cooperative siciliane sono stati deliberati dall’Ircac. Il commissario straordinario Antonio Carullo ha infatti approvato due crediti a medio termine in favore delle cooperative “Lavoratori ortofrutticoli” di Palermo e “Papa Giovanni” di Floridia (Sr), tre crediti di esercizio per le cooperative “Spanò” di Marsala, “Libera” di Altavilla Milicia e Form@at di Palermo mentre dieci finanziamenti sono rivolti allo start-up di impresa per cooperative di nuova costituzione. In questo caso il credito di esercizio viene concesso ( sempre al tasso agevolato dello 0,50% come per gli altri crediti diretti) ma con la sola fidejussione personale dei soci. In questo caso le cooperative beneficiarie dei finanziamenti sono la “Coniglio trasporti” e la “Galas” di Canicattì, “Il genio del panino” di Barcellona Pozzo di Gotto (Me), “Intersos servizi” di Agrigento, ”Omega servizi” e “Andromeda” di Catania, “The Hub Sicilia” di Siracusa, “Infostudio” di Palermo, “Centro nautico Salina” di Leni e “Magnatec” di Caltagirone.

Lo start-up di impresa assume particolare rilievo in questo difficile momento economico perché consente soprattutto a giovani e donne per i quali la prospettiva di un posto di lavoro sembra sempre più allontanarsi, di avviare una propria iniziativa imprenditoriale che riceve il sostegno finanziario dell’Ircac ad un tasso di interesse annuo davvero basso, lo 0,50%. Il finanziamento viene restituito in 24 rate mensili, dopo un anno di preammortamento. Dall’inizio del 2013 l’Ircac ha già approvato 68 finanziamenti fra crediti diretti ed indiretti per un ammontare complessivo di quasi 5 milioni di euro.

Start up in Sicilia, l’Ircac finanzia dieci cooperative 2013-05-17T06:46:51+00:00