A Palermo un marchio per lo street food

PALERMO – Arancini, «pane e panelle» e cannoli. Tutti prodotti alimentari tipici della cucina siciliana e cibi da strada ma soprattutto simboli della cultura locale.

Così l’assessore alle attività produttive del comune di Palermo Marco Di Marco ha firmato un’atto di indirizzo per l’ideazione e la registrazione del marchio «Panormus – Street Food» da utilizzare per la marchiatura dei prodotti Stg (Specialità tradizionale garantita), marchio di origine introdotto dalla Unione europea per tutelare produzioni che siano caratterizzate da composizioni o metodi di produzione tradizionali. Questa volta però le ghiottoneria dovranno essere cucinate e mangiate in strada. Si tratta del secondo passo dopo la registrazione del «City Brand Panormvs» per la tutela dei prodotti e dell’immagine della città. Tra i prodotti tutelati c’è l’arancina, la cassata, il panino con la milza, il «pane e panelle», lo sfincione e il cannolo. L’Amministrazione intende inoltre farsi promotrice, anche nell’ambito della candidatura a Capitale europea della cultura, di un vero e proprio Festival internazionale del cibo di strada.

dal Corriere del Mezzogiorno online

A Palermo un marchio per lo street food 2013-08-22T17:50:40+00:00