Estate 2013 in Sicilia. Aumentano gli stranieri. Bene San Vito Lo Capo, male Taormina

L’andamento dei flussi turistici nel 2013 in Sicilia indica un aumento di presenze di turisti stranieri dell’8%, mentre diminuiscono gli italiani. Tra le località siciliane ci sono i rolli di  Taormina, dele isole Eolie e di Cefalù. In controtendenza solo San Vito Lo Capo , con una crescita delle presenze. A tracciare il bilancio dell’andamento della stagione turistica estiva è stato il presidente della Camera di Commercio palermitana Roberto Helg. Circa gli aeroporti, a Palermo aumentano gli stranieri e diminuiscono gli italiani (-7%), traffico in aumento invece a Trapani, mentre Comiso, da poco inaugurato, ha superato le 10.000 presenze.
«Abbiamo messo a confronto la Sicilia con le Baleari –  ha raccontato Michela Stancheris, assessore al turismo – ed è emerso che la nostra prima criticità è il sistema dei trasporti. Anche la  cartellonistica stradale costituisce una criticità, in molte località turistiche ancora mancano le segnaletiche, rendendo persino ai siciliani non solo agli stranieri ostico raggiungere le mete prescelte». «Il mercato – ha osservato Stancheris – è cambiato, e in Sicilia non abbiamo fatto abbastanza attività di promozione. Ora il turismo è spezzettato e si programma on-line. Ci vuole dinamicità nei trasporti per andare incontro ad un turismo flessibile».

L’unica realtà siciliana che non sembra conoscere crisi è San Vito Lo Capo. Nelle ultime classifiche di Trivago, San Vito Lo Capo guadagnava 13 posizioni rispetto all’anno passato, risultando tra le mete più ricercate dell’estate 2013.  Il Sindaco Rizzo racconta: «L’estate è andata benissimo. . A giugno e luglio abbiamo registrato un picco di presenze eccezionale, e pure a settembre gli alberghi sono pieni, grazie anche ai tanti eventi in programma. In agosto qualcuno forse si aspettava di più, ma i turisti ci sono stati, e davvero numerosi»  Settembre è il mese clou della stagione turistica sanvitese, con  il Cous Cous Fest. Gli eventi non si fermano al Cous Cous Fest, che resta la principale delle manifestazioni, ma già a settembre si terrà la quarta mostra canina aperta anche ai meticci, che ogni anno riscuote sempre maggiori consensi (domenica 15), e ancora arrampicate sulle balze sanvitesi scoperte e apprezzate dai rocciatori di tutta Europa (IV San Vito Climbing Festival, 9-13 ottobre), il II Torneo di Burraco Sicilia (6 ottobre), il VI Triathlon Sprint Memorial Roberto Miceli (20 ottobre), e l’ormai tradizionale Festa della Ringraziata dove ognuno – residenti, turisti, ristoratori – porta qualcosa e tutti si divertono in una grande kermesse gastronomica in piazza Santuario (21 ottobre). La stagione ufficiale quest’anno si chiuderà col V Festival Internazionale degli Aquiloni, dal 26 ottobre al 3 novembre.

Intanto, dicevamo, cresce il traffico a Birgi.  L’Airgest, la società che gestisce l’aeroporto,  ha comunicato il superamento del milione di passeggeri nel semestre gennaio-luglio, con un incremento del 18 per cento rispetto il 2012.  Da Gennaio a Luglio i passeggeri sono stati 1.042.335.  Nei sette mesi del 2013 i passeggeri nazionali transitati da Birgi sono stati 714.147. L’incremento è del 14,8%. Trend ancora più significativo per i passeggeri internazionali. In tutto, 327.355 con un aumento del 27%.

 

Estate 2013 in Sicilia. Aumentano gli stranieri. Bene San Vito Lo Capo, male Taormina 2013-09-11T09:08:27+00:00