Il bilancio del Mandrarossa Vineyard Tour: cinquemila ecoturisti a spasso tra le vigne

MENFI – Il Mandrarossa Vineyard Tour 2013 è giunto alla sua conclusione ed è tempo di bilanci. Sono state complessivamente circa 5.000 le presenze registrate: gruppi di eno-appassionati e famiglie arrivati a Menfi da tutta Italia e in numero consistente anche dall’estero. Un traguardo per l’intero territorio di Menfi e per Cantine Settesoli, promotore dell’apertura al pubblico, per cinque giorni consecutivi dal 4 all’8 settembre, della vendemmia. Una splendida conferma che la Sicilia del vino e della gastronomia possiede un appeal straordinario, non solo per gli italiani ma soprattutto per gli stranieri. Un potenziale enorme che, per una città come Menfi, al centro di un territorio ricco di un’antica tradizione vitivinicola ma anche di storia, natura, mare e campagna, può costituire la base su cui un’intera comunità di cittadini e lavoratori continua a scommettere per lo sviluppo del proprio territorio. “La viticultura è il nostro punto di forza – afferma Vito Varvaro, Presidente di Cantine Settesoli – e ci sforziamo ogni giorno per mantenere integro il territorio circostante. Ci troviamo nel vigneto più grande d’Europa. Sono 6.000 gli ettari della Cooperativa e 2.000 i soci produttori di uve, tra questi tanti giovani, protagonisti del futuro sviluppo economico dell’isola. Il Mandrarossa Vineyard Tour è un progetto di valorizzazione del territorio, ideato e concepito con il preciso obiettivo di rafforzare il legame con la comunità coinvolgendo le nuove generazioni in una rete di agriturismi, ristoranti e altre attività che ci permetteranno di destagionalizzare il turismo in questo tratto di costa”.

 

I vini territoriali della linea Mandrarossa Urradimare, Bonera, Santannella, Timperosse e i top di gamma Cartagho e Caladeitufi sono stati i protagonisti assoluti delle degustazioni presso le case di campagna e a Villa Varvaro, la splendida villa ottocentesca adibita a Casa dell’Arte e della Musica. Anche quest’anno grande successo per gli eco tour come il veliero, una delle attrazioni di maggior successo, che ha registrato sempre il tutto esaurito. Molto bene anche ultraleggero, bici, cavallo, trekking e canoa e i raduni (jeep, bike e corsa) che hanno richiamato un considerevole gruppo di appassionati.

Novità dell’edizione 2013 i cinque eventi di animazione del territorio, uno al mese da aprile ad agosto, che hanno anticipato in versione weekend, la formula del Vineyard Tour. Seguendo il ciclo delle stagioni, le eccellenze del territorio sono state le vere protagoniste accanto ai vini Mandrarossa: i carciofi, i formaggi, il grano, le sarde e il pomodoro. Gli eventi sono stati articolati in corsi di cucina organizzati presso Casa Natoli e dedicati, di volta in volta, a una diversa specialità del territorio; Laboratori Terra Cibo Vino, per approfondire la conoscenza dei vini Mandrarossa e dei prodotti provenienti da quest’angolo di campagna ancora incontaminato; Degustazioni di vino, per scoprire i migliori abbinamenti con il cibo del territorio; infine i menù e i piatti dedicati presso i ristoranti del territorio.

 

Grazie alle attrazioni naturali del paesaggio, all’ospitalità accogliente della gente e alla qualità dei vini prodotti, il marchio Mandrarossa si propone ancora una volta come ambasciatore delle bellezze di quest’angolo incontaminato di Sicilia.

 

Il bilancio del Mandrarossa Vineyard Tour: cinquemila ecoturisti a spasso tra le vigne 2013-09-20T08:26:21+00:00