Sospetti di irregolarità sul nuovo Mc Donald’s di Gela, la Camera del lavoro: fare chiarezza

GELA – La costruzione del Mc Donald’s di Gela potrebbe essere condizionata da gravi irregolarità amministrative. Se ciò dovesse dimostrarsi vero l’iter autorizzativo sarebbe da bloccare. E’ quanto si evince da un comunicato della locale Camera del lavoro della Cgil guidata da Ignazio Giudice. Secondo la ricostruzione fatta da Giudice l’area in cui dovrebbe sorgere la struttura è stata recintata in vista dei lavori prima che il Consiglio comunale si fosse espresso sulla materia. «Strana la recinzione di un’area da parte di privati prima ancora che il consiglio comunale esprima il proprio parere, tra l’altro vincolante come tutte le varianti al piano regolatore generale» dice Giudice. Che aggiunge: «Gela è una città che non può vivere in eterno senza regole certe e se ci sono perchè bruciare le tappe a far finta che il consiglio comunale si sia già espresso? Se il consiglio comunale non dovesse approvare la variante al piano regolatore generale chi paga i lavori ad oggi in corso? Chi li ha autorizzati ? E chi dice che lo stesso consiglio comunale non modifichi la convenzione che legherà l’ente comune con la Mc Donald’s? Non credendo alla magia e neppure ai profeti come si fa a sapere tutto prima della seduta del consiglio comunale?»
Secondo la Cgil, bisogna fare «chiarezza su chi mette le tabelle di inizio lavori senza numero di concessione edilizia e chi è così potente da garantire che il progetto ha tutte le carte in regola per iniziare».

Sospetti di irregolarità sul nuovo Mc Donald’s di Gela, la Camera del lavoro: fare chiarezza 2013-10-19T17:01:11+00:00
  • Per una volta che stanno facendo qualcosa di diverso a Gela già gli mettono i bastoni tra le ruote… Siamo l’unico grosso comune della Sicilia senza centri commerciali. Andiamo a spendere i nostri soldi sempre nei centri commerciali del catanese. Anche per il McDonald si va a Catania. Amministratori vergognatevi…

  • Emanuele

    Cari sindacalisti, qua c’è il sospetto che non stanno assumendo i vostri protetti, e quindi cercate di mettere il bastone tra le ruote. Per una volta che sono stati fatti rgolazri colloqui, senza raccomandati, caro Ignazio metti il bastone tra le ruote. Vai a trovarti un lavoro….

  • Carla

    Conosciamo personalmente Ignazio Giudice e ne abbiamo sempre apprezzato l’onesta’ e la disponibilita’. Ha ragione Ignazio e la CGIL a denunciare le anomalie a danno della citta’ di Gela. E’ assurdo che per fare una finestra ci vogliono mesi per l’autorizzazione, per cedere un’area del Comune con soli 12 MILA EURO l’anno la politica dica si. Ma scherziamo? cerchiamo chi e’ interessato a fare i lavori e difendiamo i futuri lavoratori dato che a Milano i dipendenti della Mcdonald’s si lamentano sui loro diritti.

  • Andrea

    Se ho compreso bene cio’ che e’ scritto nell’articolo il sindacato pone alcune domande ma non e’ contro la realizzazione del mcdonald’s. Io non sono della CGIL pero’ ritengo apprezzabili le considerazioni che ho letto. I poveri sono in aumento ed il Comune chiede solo 12000 euro? E’ vero che a Milano si sono fatti scioperi dei dipendenti del mvdonald’s per presunti licenziamenti immotivati. Con 1 volta che un sindacalista pone questioni serie dovrebbe essere anche ascoltato. Io condivido, in Sicilia in nome dei disperati si sono fatti i fatti loro come la vicenda della formazione.

  • Franco

    Sono un collega di Ignazio Giudice e posso assicurarvi che Ignazio ha denunciato la mafia nei cantieri edili figuriamoci se ha problemi a dire cio’ che pensa sulla vicenda mcdonald’s alla quale si chiede di avere piu’ considerazione del territorio gelese. Il vero dramma e’ la classe politica accondiscendente.