Edilizia e ambiente, convegno dell’Ance a Catania

Economia a basse emissioni di carbonio, sviluppo delle energie rinnovabili, edifici pubblici a risparmio energetico, bioedilizia e quartieri energeticamente autosufficienti, messa in sicurezza delle scuole, recupero di aree urbane degradate, mobilità sostenibile, rifiuti e tutela dell’ambiente, coinvolgimento dei privati nella creazione di servizi efficienti, competitività delle imprese, ricerca e sviluppo tecnologico: la prossima programmazione delle risorse europee 2014-2020 assegnerà priorità a questi obiettivi che migliorano la qualità della vita e disegnano le città del futuro.

Ance Sicilia ha calcolato che la sinergia tra pubbliche amministrazioni e capitali privati nella realizzazione di infrastrutture e servizi urbani per lo sviluppo delle città dell’Isola attiverebbe subito investimenti per oltre 10 miliardi di euro. L’associazione regionale dei costruttori è da tempo impegnata affinché i Comuni siciliani, adottando il modello dei “Piani città” e ricorrendo agli strumenti dell’Europrogettazione e del Project financing, riescano ad attivare i fondi strutturali europei, ad attingere ai numerosi programmi transnazionali a gestione diretta e ad attirare i capitali privati nella realizzazione di opere già inserite nei Piani triennali.

Domani, 29 ottobre, a Catania, presso Palazzo Platamone, in via Vittorio Emanuele, 121, con inizio alle ore 9, oltre 200 tecnici e professionisti dei Comuni della Sicilia orientale (hanno aderito anche enti locali del resto dell’Isola) saranno coinvolti gratuitamente in un confronto con esperti europei, banche e imprese.

Frattanto la Regione ha sbloccato opere pubbliche e in project financing per 501 milioni di euro. I dati saranno illustrati domani nel corso dell’incontro.

Introdurranno il sindaco di Catania, Enzo Bianco; il presidente di Ance Sicilia, Salvo Ferlito; e il presidente di Ance Catania, Nicola Colombrita.

La redazione di progetti finanziabili dall’Unione europea, le partnership fra Comuni siciliani e di altri Stati membri e la realizzazione con risorse pubbliche e private delle opere e dei servizi necessari alla crescita delle città saranno al centro delle relazioni di Giulio Guarracino, responsabile Rapporti comunitari della sede Ance di Bruxelles, e dell’avvocato Velia Leone.

Il mondo del credito interessato al Project financing sarà rappresentato da Enzo Emanuele, direttore generale dell’Irfis-FinSicilia, e da Santo Sciuto e Giovanni Pluchino del Credito siciliano, rispettivamente responsabile della Direzione territoriale Sicilia Est e responsabile del Servizio istruttoria crediti Sicilia Est.

Per le imprese interverranno Pietro Funaro, vicepresidente di Ance Sicilia con delega al Partenariato pubblico-privato, e Angelo Turco, presidente del Gruppo giovani di Ance Sicilia, da tempo promotore della formazione dei tecnici comunali in Europrogettazione.

Modererà i lavori Guglielmo Troina, giornalista della Tgr Rai Sicilia.

Edilizia e ambiente, convegno dell’Ance a Catania 2013-10-28T13:32:21+00:00