Credito, dall’Ircac 2,2 milioni di euro per le cooperative siciliane

Due milioni e duecentomila euro per le cooperative siciliane. In questo momento di perdurante crisi economica, in cui l’accesso al credito è reso ancor più difficile dai rigorosi vincoli imposti alle banche da Basilea 3, l’Ircac interviene a sostegno del settore cooperativistico approvando finanziamenti agevolati in favore di ventiquattro cooperative siciliane. E’ stato il commissario straordinario dell’istituto Antonio Carullo ad approvare i finanziamenti , diretti ed indiretti, che riguardano crediti di esercizio anche per lo start-up di impresa e crediti a medio termine, molti dei quali destinati alla ricapitalizzazione societaria. I finanziamenti diretti sono stati concessi al tasso di interesse annuo dello 0,50%.

In particolare, crediti a medio termine sono stati concessi alle cooperative S. Cosma e Damiano di Militello Val di Catania (Ct) che svolge attività di assistenza ad anziani in comunità alloggio; Modus di Torregrotte (Me) che intende realizzare un centro ambulatoriale di riabilitazione fisioterapica. Crediti a medio termine per la ricapitalizzazione andranno alle cooperative Eubios di Siracusa che si occupa di assistenza socia sanitaria a disabili e tossicodipendenti; Costruzioni sud di Canicattì (Ag) che svolge attività di lavori edili e stradali; Antares di Modica (Rg) che presta assistenza a soggetti con disabilità e gestisce una comunità alloggio; Pagima di Siracusa che gestisce a Caltagirone un negozio di calzature ed accessori; Coral beach di Lipari (Me) che gestisce un lido balneare a Canneto di Lipari; STS Engineering di Siracusa che realizza software personalizzati; Tecnoenergie di Agrigento che si occupa di impianti elettrici ed idraulici, ventilazione e climatizzazione; Winnie Pooh di Carini (Pa) che gestisce una scuola materna paritaria.

Crediti di esercizio sono stati approvati per le cooperative Città del domani di Misterbianco (Ct) che gestisce una scuola materna ed una ludoteca; Villa Parco di Altofonte (Pa) che gestisce una casa di riposo; Apriti cuore di palermo cne fornisce servizi socio-assistenziali; New Port Di Prima” di Licata (Ag) che svolge attività di facchinaggio; Smac di Castelbuono (Pa) Che produce e commercalizza maglieria; Terra promessa di Siracusa che gestisce un centro radiologico; Sbriusu e Alagna trasporti e costruzioni, entrambe di Marsala (Tp) che si occupano della gestione di un ristorante e di un bar la prima e di trasporti la seconda.

Crediti di esercizio per lo start- up sono andati alle cooperative Evolution3 di Palermo che gestisce una salone di parrucchiere; Settimo cielo di Avola (Rg) che svolge attività di estetica; Nene & Gori di Torregrotta (Me) che intende avviare una attività di fornitura di prodotti all’ingrosso per la ristorazione; Ma.Pro. di Barcellona Pozzo di Gotto (Me) che intende svolgere un’attività di commercio ambulante di prodotti alimentari.

Infine, sono stati approvati un contributo interessi per un finanziamento proveniente dalle banche per la cooperativa Azione sociale di Messina ed un leasing agevolato per la cooperativa Servizitalia di Palermo.

Credito, dall’Ircac 2,2 milioni di euro per le cooperative siciliane 2013-10-31T16:02:04+00:00