Federconfidi: finanziamenti alle Pmi cresciuti dell’11 per cento

Domani a Palermo seminario a partire dalle 9,30 al Loggiato di San Bartolomeo 

PALERMO – Oltre duemila piccole e medie imprese associate solo in Sicilia e circa 83 mila in tutta Italia, 10 miliardi di euro di finanziamenti ogni anno con oltre 4 miliardi di garanzie. Federconfidi, con i suoi 42 consorzi e cooperative di garanzia collettiva fidi in tutta Italia, soltanto in Sicilia, ha visto crescere nel 2012 l’importo dei finanziamenti garantiti alle piccole e medie imprese dell’11,1%. Una boccata d’ossigeno per una economia sempre più in affanno e che, nell’ultimo anno, ha dovuto fare i conti con una riduzione del 3 per cento del credito erogato dalle banche al settore produttivo siciliano. Uno scenario di recessione in cui il ruolo dei Confidi, che si interpongono tra l’impresa e la banca, diventa ancora più significativo. Ed è proprio di questo che si discuterà a Palermo domani, venerdì 22, a partire dalle 9,30, presso il Loggiato San Bartolomeo, in occasione dell’annuale consulta dei presidenti dei confidi italiani, con il convegno“L’attualità dei Confidi: quali strategie?”.

Il seminario, organizzato da Federconfidi, la federazione dei consorzi di garanzia collettiva dei fidi di Confindustria, con la collaborazione di Interconfidimed, avrà tra i relatori Antonello Montante, presidente di Confindustria Sicilia e vicepresidente nazionale degli industriali con delega per la legalità, Vincenzo Boccia, vicepresidente di Confindustria e presidente della Piccola Industria, Italo Candido, amministratore delegato di Interconfidimed, Pietro Mulatero, presidente di Federconfidi, e Leoluca Orlando, sindaco di Palermo. “I confidi – spiega Mulatero – svolgono l’importante funzione di supportare le piccole e medie imprese nell’accesso al credito. Nella difficile congiuntura economica questo compito è risultato essere indispensabile e sempre più gravoso”.

Previsti anche gli interventi di Claudio Gagliardi, segretario generale di Unioncamere; degli assessori regionali Linda Vancheri (Attività produttive) e Luca Bianchi (Economia); del dirigente del servizio supervisione intermediari specializzati Banca d’Italia, Marco Troiani; del responsabile Ufficio Crediti dell’Abi, Raffaele Rinaldi. E ancora, Marco Tarantola (vicedirettore generale e direttore divisione retail e private BNL BNP Paribas); Gaetano Micciché (direttore generale e responsabile della divisione corporate e investment banking di Intesa San Paolo); Giovanni Chelo (regional manager di Unicredit in Sicilia) e Alessandro Tappi (direttore garanzie del Fondo europeo per gli investimenti).

Federconfidi: finanziamenti alle Pmi cresciuti dell’11 per cento 2013-11-21T10:22:30+00:00