Cave, la regione avvia la verifica sui vincoli

20140324-201833.jpgUna verifica puntuale sul territorio per capire quali sono i vincoli reali e quali invece esistono sulla carta per evitare un indiscriminato blocco delle attività di cava. Si può riassumere così il lavoro che è stato avviato nel corso della riunione operativa che si è svolta a Trapani nella sede di Confindustria. Riunione convocata su impulso della stessa associazione, dall’assessore regionale Territorio e ambiente Mariella Lo Bello, su “Cave di marmo del comprensorio Custonaci – Castellammare”.

Al tavolo di lavoro hanno preso parte, oltre all’assessore regionale Mariella Lo Bello e al presidente di Confindustria Trapani Gregorio Bongiorno, il presidente della Sezione marmi Vito Pellegrino, il dirigente generale e i funzionari del dipartimento Ambiente, la Sovrintendenza, il dirigente del servizio paesaggistico del dipartimento dei Beni culturali e ambientali. All’incontro erano presenti, altresì, i sindaci dei due Comuni interessati.

Nel pomeriggio la sala conferenze ha ospitato un incontro sulle Zone Franche Urbane, organizzato, sempre da Confindustria Trapani, in collaborazione con l’Anci e il ministero dello Sviluppo economico, oltre che l’assessorato regionale Attività produttive. All’incontro ha portato il saluto il Presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta e l’assessore regionale alle Attività produttive Linda Vancheri che con la loro presenza hanno voluto testimoniare la vicinanza con il mondo delle imprese e la disponibilità a mettere in campo tutti quegli strumenti che possono risollevare l’economia.

Le Zone franche urbane rappresentano, in un momento di crisi quale quello che stiamo attraversando, uno spiraglio di ripresa per le imprese esistenti e per incentivare la nascita di nuove attività economiche con prospettive di nuovi posti di lavoro. Alle agevolazioni sono interessati parte dei territori dei Comuni di Trapani, Castelvetrano ed Erice che all’incontro hanno partecipato con la presenza dei rispettivi Sindaci: Vito Damiano per Trapani, Marco Campagna (vice Sindaco) per Castelvetrano e Giacomo Tranchida per Erice.

“Sono molto soddisfatto e orgoglioso del lavoro portato avanti sinora – afferma Gregorio Bongiorno, Presidente di Confindustria Trapani – poiché è il frutto di una serie di azioni e relazioni intraprese silenziosamente per raggiungere gli obiettivi a gran voce auspicati dalle imprese. Noi abbiamo un territorio molto ricco dal punto di vista imprenditoriale con dei capisaldi che dobbiamo proteggere ad ogni costo: il settore del marmo è uno di questi e siamo intervenuti per risolvere una volta per tutte la questione del Piano delle Cave, poiché c’è in gioco il futuro delle tante imprese del comprensorio marmifero di Custonaci e diverse migliaia di posti di lavoro tra diretti e indotto”.

“Il dialogo con il Governo Regionale è stato complessivamente positivo – conclude Bongiorno – e siamo fiduciosi di avere avviato percorsi virtuosi e soprattutto concreti per uscire dall’attuale situazione di crisi e guardare con più ottimismo al nostro futuro”.

Cave, la regione avvia la verifica sui vincoli 2014-03-24T19:21:35+00:00