Sicilia, il Consorzio corallo di Sciacca conquista l’Estremo Oriente

A soli tre mesi dalla sua fondazione, il Consorzio Corallo Sciacca dalla Sicilia ha già conquistato l’Estremo Oriente e si presenterà al mercato italiano nei prossimi appuntamenti fieristici.

Cinque aziende e laboratori siciliani – baluardi di tradizione, storia e attitudine- sisono associati con il considerevole obiettivo di salvaguardare e valorizzare l’eccellenza dell’artigianato locale che trova la sua massima espressione nell’arte antica della lavorazione del corallo.

Un’arte che è stata tramandata di generazione in generazione nella città di Sciacca,indissolubilmente legata alla storia dell’isola Ferdinandea,chiamata anche “l’isola che non c’è” per la sua origine eccezionale. Emersa nel 1831 dalle profondità del canale di Sicilia, traPantelleria e Sciacca, attirò le mire delle potenze straniere ma solo un anno più tardi, nel 1832, sprofondò negli abissi e scomparve. Sull’isola vulcanica sommersa si sviluppò nel tempo un giacimento corallino, scoperto molti anni dopo, nel 1875, dai pescatori di Sciacca.

Il corallo che nacque negli abissi del Mar Mediterraneo gode di qualità uniche al mondo: è composto da rami affusolati dalle dimensioni relativamente contenute e si tinge delle sfumature più chiare del rosa salmone fino alle più intense scurendosi anche fino al nero del corallo fossile e presentando a volte delle macchie di giallo.Gli artigiani corallari di Sciacca, naturali destinatari della straordinariastoria della città di Sciacca, sono gli interpreti più rappresentatividella sicilianità e del Made in Italy.

Gusto e passione si uniscono all’artigianalità e alla creatività individuali, in gioielli dallo stile unico in cui riecheggiano echi del passato abbinati all’estetica contemporanea. Grazie a queste qualità i gioielli in corallo Sciacca, dove l’unicità della lavorazione eseguita artigianalmente diviene la peculiarità, hanno incantato i buyers internazionali riuniti all’International Jewellerydi Tokyo, la più grande vetrina del gioiello dell’Estremo Oriente.

Le cinque realtà fondatrici del Consorzio rappresentano oggi un modello di aggregazione edi cooperazione di esempio per altre piccole-medie aziende che stanno affrontando il difficile periodo attuale.  Sono la volontà e la determinazione dei fondatori (Oro di Sciacca, G&M Gioielli Caruana, Nocito, Sabrina Orafa in Sciacca e Maurizio Alfeo Orafo) a muovere il Consorzio che ha iniziato il suo percorso di affermazione dalla Sicilia al mondo.

Per maggiori informazioni: www.consorziocorallosciacca.it

Sicilia, il Consorzio corallo di Sciacca conquista l’Estremo Oriente 2014-04-07T14:43:33+00:00