Sea-economy, convegno sulle potenzialità del porto di Catania

CATANIA – Il 90% delle merci arriva a destinazione via mare, eppure ancora oggi del trasporto marittimo si parla troppo poco: dalla logistica retro portuale, all’armamento, passando per la raccomandazione marittima, l’attività doganale e le spedizioni internazionali, centinaia sono le strutture che operano nella filiera e contribuiscono ad accrescere il traffico e a potenziare i flussi commerciali.
Partendo dalla carente informazione sulle infrastrutture catanesi e dalla necessità di contestualizzare Catania e il suo porto in uno scenario internazionale, nasce il workshop “Estensione Porto”, con l’obiettivo di accorciare le distanze tra cittadini, istituzioni, e operatori del settore: il primo di un ciclo di incontri pensati per far luce sui punti di forza e debolezza dello scalo etneo, in un’ottica di cooperazione volta allo sviluppo per tracciare il loro posizionamento e analizzarne la vocazione.

L’appuntamento, promosso da Est (Europea Servizi Terminalisti,) si svolgerà domani, mercoledì 16 aprile alle 10.00 nell’aula magna di Palazzo delle Scienze (Corso Italia Catania) mettendo a confronto gli attori principali del comparto: la Sicilia in particolare è chiamata ad affrontare nuove sfide commerciali, economiche e produttive per raggiungere gli standard di competitività richiesti per “stare in Europa” e per misurarsi con i giganti trader asiatici e della costa atlantica.
Lo sviluppo della sea-economy, con particolare riferimento allo shipping, torna dunque quale tema chiave per comprendere le strategie di crescita, con il mezzogiorno in prima fila.

Apriranno i lavori: l’assessore alle Attività Produttive del Comune di Catania Angela Mazzola, il presidente di Confindustria Catania Domenico Bonaccorsi di Reburdone, il presidente dell’Ordine degli Architetti Catania Giuseppe Scannella e il presidente dell’Ordine degli Ingegneri Catania Santi Cascone.
Gli interventi tecnici saranno affidati al responsabile della comunicazione di Est Mauro Nicosia, ai docenti universitari Marco Romano (professore di Logistica e distribuzione commerciale del Dipartimento di Economia e Impresa Università Catania) e Diego D’Urso (Dipartimento Ingegneria Industriale Università Catania), al vicepresidente di Confindustria Sicilia Ivo Blandina, al direttore di Est Emanuele Marocchi e al nuovo Commissario straordinario Autorità Portuale di Catania Giuseppe Alati.

Sea-economy, convegno sulle potenzialità del porto di Catania 2014-04-15T11:18:35+00:00