A Palermo sulla costa un’incompiuta da 9 milioni

«La passerella sul mare di Romagnolo, è stata costruita nel 2003, ma non è stata mai consegnata ai palermitani perché è mancata l’agibilità del terrazzo. È costata circa cinque milioni di euro e, oggi, è abbandonata al degrado e all’incuria, con tre guardie giurate della Ksm che si alternano a vigilare giorno e notte, per un costo al contribuente di circa 200.000 euro all’anno». Sono i dati forniti dal presidente del comitato Salviamo la Costa Sud di Palermo, Franco Pennino, a proposito del video messaggio di denuncia fatto dal commerciante della zona Cristoforo D’Amico, al programma Vox Populi, per la seconda puntata che andrà in onda da, oggi, sabato 26 aprile sulle tv regionali e sul web. La conduttrice e ideatrice Licia Raimondi ha consegnato il video al commissario straordinario della Provincia regionale di PalermoDomenico Tucci, custode dell’area.

Questo quadro di sprechi e immobilità, che non incontra la prontezza delle Istituzioni, contrasta con la solerzia del comune di Palermo nei confronti dei gazebo, strutture esterne che ampliano la capacità di ricezione di molti locali palermitani, a cui il sindacoLeoluca Orlando, ha dichiarato guerra nel nome del decoro urbano, in alcuni casi deturpato da scatole obbrobriose, in altri movimentato da strutture gradevoli, sanzionate allo stesso identico modo dall’amministrazione. Negli ultimi  giorni le multe e chiusure coatte del Comune, hanno sollevato la protesta dei commercianti colpiti, in un periodo di crisi da un odioso eccesso. A farsi paladino delle loro istanze,il presidente di Confartigianato Palermo, Nunzio Reina che a Vox Populi ha dichiarato: «Non bisogna aver paura di difendere i cittadini davanti ad un atto ingiusto. Convinceremo l’Amministrazione a fare un passo indietro, ascoltando e difendendo in strada le necessità e i disagi dei commercianti».

Nella seconda puntata del contenitore di denuncia Vox Populi si parlerà anche dell’anfiteatro Barbera, situato sulla costa sud, all’interno di un parco con spazi verdi e piste ciclabili. È costato cinque milioni e seicentomila euro, per consolidamento, bonifica della zona, e sua realizzazione ma è attualmente abbandonato e chiuso con un catenaccio.

A Palermo sulla costa un’incompiuta da 9 milioni 2014-04-28T15:56:07+00:00