Sicilia, incardinato all’Ars il ddl n. 624 sulla semplificazione edilizia

L’Assemblea Regionale Siciliana questo pomeriggio ha deciso di dare priorità al disegno di legge n 624 che dispone semplificazioni in materia edilizia (firmatario il deputato Girolamo Fazio) inserendolo all’ordine del giorno per la prossima seduta.

Il Ddl già domani protrebbe essere incardinato per l’esame definitivo e, in attesa che giunga in aula la manovra finanziaria bis, potrebbe trovare presto approvazione avendo già ottenuto l’approvazione all’unanimità in sede di esame da parte della IV Commissione.
Il ddl va a modificare alcuni commi della LR n 71 del 27/12/78 e della LR n 17 del 31/05/94. Nella sostanza nelle concessioni edilizie rilasciate dai Comuni sono prorogati di due anni i termini di inizio e ultimazione dei lavori (passa da 1 a 3 anni il termine per l’inizio lavori; da 3 a 5 quello per l’ultimazione lavori), previa comunicazione dell’interessato.
Un altro articolo del ddl presentato dall’on. Fazio dispone, invece, che anche prima del completamento di un immobile, può essere richiesta l’agibilità per singoli edifici o singole porzioni della costruzione, purché funzionalmente autonomi, ovvero singole unità immobiliari”.
Una semplificazione che allinea la Sicilia al resto del Paese ove queste norme sono state introdotte con l’articolo 30 del Decreto del Fare (D.L. n. 69 del 2013, convertito con L. n 98 9/8/2013, ndr).
Sicilia, incardinato all’Ars il ddl n. 624 sulla semplificazione edilizia 2014-05-06T16:51:30+00:00