Turismo, intesa tra assessorato e Sicilia Convention Bureau

Porre le condizioni per riportare l’economia del settore turistico in Sicilia ai livelli pre-crisi. Vale a dire che l’impatto economico dei consumi turistici – cioè il valore aggiunto attivato dalla spesa effettuata dai turisti- si attesti tra il 4-6 percento del Pil dell’isola, entro il 2020. E’ l’obiettivo delle Linee guida del programma triennale di sviluppo turistico 2014-2016, approvato dalla giunta regionale e presentato in conferenza stampa a Palermo dall’assessore al ramo, Michela Stancheris.

Il piano prevede anche che ciascun assessorato avrà ‘una responsabilità’ in materia di turismo.
“Finalmente in Sicilia – ha detto l’assessore – c’è un piano triennale per il turismo, che dà una prospettiva al 2020. Il punto chiave è aver coinvolto tutti i dipartimenti degli assessorati. Vogliamo arrivare a dicembre ad avere un piano strategico con azioni specifiche per il settore”.
Nel corso della conferenza stampa sono stati presentati anche il protocollo d’intesa siglato tra l’assessorato regionale al turismo e il Sicilia Convention Bureau, il piano Fiere per il secondo Semestre 2014; annunciata l’emanazione del decreto con le graduatorie per i distretti turistici e di un bando per il settore cinematografico.
Tra i punti illustrati, importante il Protocollo d’Intesa siglato tra l’Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Sicilia e Sicilia Convention Bureau. Vincenzo Tumminello, Presidente del Convention Bureau siciliano, presente al tavolo al fianco di Michela Stancheris, ha dichiarato:
“Il settore del turismo congressuale – sottolinea Vincenzo Tumminello, Presidente di Sicilia Convention Bureau e Responsabile Settore Pubblico e Rapporti con il territorio Sicilia di UniCredit – rappresenta un importante segmento dell’economia turistica, in grado di sviluppare attività collegate all’offerta ricettiva e di diversificare e prolungare le attività degli operatori del sistema turistico in periodi dell’anno caratterizzati da una minore presenza turistica. In tal senso, la collaborazione fra Sicilia Convention Bureau, attiva nel settore congressuale dal 2009 con numerose iniziative e attività, e l’Assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo consente di rilanciare in maniera decisa il turismo congressuale e d’affari in Sicilia. Sarà possibile con questa intesa dare forza a questo settore sfruttando da una parte le competenze e la rete di affiliati e relazioni di Sicilia Convention Bureau e, dall’altra, le azioni di sviluppo e le iniziative promozionali che saranno attivate dall’Assessorato”.

Turismo, intesa tra assessorato e Sicilia Convention Bureau 2014-08-06T22:33:31+00:00