Start up, Phoenix e Catania unite dalle idee di successo

Ad accorciare le distanze tra la città americana di Phoenix e Catania ci pensano i giovani imprenditori, portatori di idee, progettualità fattiva, talento e risultati. L’economia della speranza si contrappone a quella della crisi, facendo della globalità il suo punto di forza. Lo dimostrano i giovani manager dell’Arizona che questa mattina (17 settembre) sono stati accolti dal presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Catania Sebastiano Truglio, in occasione dell’incontro – che si è svolto presso la sede dei professionisti – con una delegazione di rappresentanti istituzionali e aziendali della città americana, diConfstartup – Fondazione Giuseppe Musumeci e dell’Associazione culturale “Catania and Sister Cities”.

Imprenditoria d’oltreoceano e territoriale si incontrano, dunque, confrontandosi con la categoria professionale più affine, quella dei commercialisti: «Mai come in questa fase vogliamo e dobbiamo puntare sulla valorizzazione delle idee innovative – ha affermato Truglio, in apertura – supportare le potenzialità dei giovani imprenditori per noi si traduce in una consulenza trasversale che ci vede consulenti fiscali, aziendali, finanziari, esperti nelle analisi di mercato, nella pianificazione marketing e nella gestione delle risorse umane. Tutti aspetti che giocano a favore della cosiddetta global economy, a sostegno di una rete di relazioni imprenditoriali che, in casi come quello di Phoenix, accorcia le distanze e incentiva un fermento economico molto vantaggioso per l’imprenditoria catanese e siciliana».
Da “CO+Hoots” – la più importante realtà di coworking e community di Phoenix – a StudentFlat, start-up catanese che propone una piattaforma di house-sharing dedicata a studenti e professionisti fuori sede in cerca di casa e coinquilini: è tangibile la prova che le idee e il talento non mancano, che l’Italia e l’Arizona sono solo apparentemente distanti, come sottolineato dal consigliere della città di Phoenix Daniel Valenzuela, «Oggi siamo qui – ha affermato – con l’obiettivo di comunicare, condividere e apprendere le best practices delle due città, traendo il meglio che le due realtà possono offrire, dal punto di vista culturale, sociale, economico».

All’incontro – coordinato da Elisa Toscano, socia e delegata dell’Ass. Catania and sister cities e Confstartup – hanno preso parte il presidente di “Confstartup – Fondazione Giuseppe Musumeci” Emanuele Spampinato che ha sottolineato «l’importanza di lavorare insieme per creare valore, creando anche spazi fisici comuni di condivisione delle attività»; Domenico Coco di Confcommercio Catania; Ralph Marchetta, presidente Consiglio di Amministrazione di Phoenix Sister Cities e Vice Presidente dell’US Airways Center e Phoenix Suns Basketball; la fondatrice dell’incubatore CO+Hoots Kristin Romaine, insieme ai giovani imprenditori alla guida delle start up presentate.

Start up, Phoenix e Catania unite dalle idee di successo 2014-09-17T12:52:21+00:00