Un “buco” di circa 15 milioni di euro, allevatori in ginocchio e un’inchiesta della Guardia di Finanza della quale ancora non si conoscono gli esiti. Sono gli strascichi