Geraci Siculo, case a un euro: il Comune punta sul Regno Unito

Condividi

Il progetto si chiama “Sicilia“. L’obiettivo è quello di vendere le case ormai disabitate e rovinate del centro storico di Geraci Siculo al prezzo simbolico di un euro. Un progetto che ha un duplice valore: da un lato quello di incentivare gli investimenti sugli immobili del centro storico e dare loro una nuova vita. Dall’altro, quello di attrarre investitori stranieri, in questo caso dal Regno Unito, da sempre “innamorati” dalle opportunità del mercato immobiliare della Trinacria. 

Geraci Siculo, case a un euro

Geraci Siculo, dunque, è pronto a mostrarsi agli investitori inglesi in tutto il suo splendore. Il borgo madonita è alla ribalta delle cronache nazionali per il suo terzo posto del concorso “Il Borgo dei Borghi”, la trasmissione in onda su RaiTre e condotta da Camila Raznovich. Proclamazione del vincitore che avverrà nei prossimi mesi del 2021, slittata a causa dell’emergenza sanitaria. Una opportunità importante, non solo per il borgo madonita, ma anche per chi deciderà di investire in questo progetto: Geraci, infatti, è celebre per la sua vivibilità, a stretto contatto con la Natura e in maniera “slow”. 

La Giunta comunale, guidata dal sindaco Luigi Iuppa, ha approvato nei giorni scorsi lo schema di proposta di collaborazione non onerosa con la società londinese. Ora i passi successivi: l’individuazione degli immobili da poter mettere in vendita a un euro; l’attivazione di percorsi di facilitazione dell’incontro tra la stessa e operatori economici locali finalizzati alla individuazione di altre opportunità mobiliari nel territorio; l’individuazione di un referente di progetto nominato dall’amministrazione comunale per la messa a disposizione di tutte le informazioni utili e che garantiscono un percorso veloce, un canale diretto, con i promotori delle iniziative e gli uffici preposti; la messa a disposizione della rete di professionisti e operatori economici locali da coinvolgere nel progetto (studi legali, commerciali, notarili, studi di progettazione e società di ristrutturazione e banche del territorio) che verranno individuati a seguito di apposita manifestazione di interesse che verrà pubblicata dal comune; l’individuazione di progetti di rilancio residenziale, commerciale e turistico che possono attrarre investimenti esteri e nazionali sul comune; l’individuazione di percorsi congiunti Its for Sicily-amministrazione comunale di promozione e comunicazione dell’iniziativa per accrescere l’attrattiva, con budget da definirsi anche coinvolgendo enti pubblici (regionali e nazionali) e privati; l’individuazione di tutti gli strumenti comunali, regionali, nazionali ed europei di supporto finanziario al progetto (in aggiunta a quelli privati messi a disposizione da Its for Sicily); la possibilità per Its for Sicily Ltd di comunicare a terzi il lancio dell’iniziativa.

“Il primo passo di una importante iniziativa – ha spiegato il sindaco del borgo madonita Luigi Iuppa – Il progetto con la società inglese ha l’obiettivo non solo di promuovere il nostro borgo, celebre per le sue bellezze artistiche, architettoniche e naturalistiche, ma anche di rilanciare il nostro centro storico. Un passo che ritengo fondamentale per la crescita del nostro paese”. Non è la prima volta che la società inglese sbarca in Sicilia per la collaborazione con i comuni per la vendita delle case a un euro. É già accaduto nei comuni di Mussomeli, Aragona, Polizzi Generosa, Montalbano Elicona, Sambuca di Sicilia, Novara di Sicilia, Petralia Sottana, Castiglione di Sicilia e Linguaglossa.

https://ilmattinodisicilia.it/wp-content/uploads/2021/04/Geraci-Siculo-paesaggio-1-1024x661.jpg