Orlando e Musumeci ritrovano la concordia

in No Comment
News Sicilia https://ilmattinodisicilia.it/wp-content/uploads/2020/11/Orlando-Musumeci.jpg https://ilmattinodisicilia.it/wp-content/uploads/2020/11/Orlando-Musumeci-150x150.jpg il Mattino di Sicilia - Giornale della Sicilia 0 https://ilmattinodisicilia.it/orlando-e-musumeci-ritrovano-la-concordia/#respond
202
Condividi

“In tempo di pandemia, la collaborazione tra le istituzioni e il costante monitoraggio del territorio diventano essenziali anche per evitare ingiustificate paure e intervenire con efficacia e tempestività nelle criticità”.

Lo hanno ribadito stamane il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, presidente di Anci Sicilia, nel corso di un confronto fra i due per fare il punto sulla situazione sanitaria, essenzialmente nella realtà metropolitana di Palermo.

Particolare attenzione è stata rivolta al sistema dei Pronto soccorso, al ruolo della medicina territoriale e dei laboratori privati, ai malati no-covid e alle possibili riconversioni ospedaliere. Musumeci e Orlando hanno sottolineato anche la positiva esperienza dello screening, da proseguire nelle scuole, e alla modalità “drive-in”, avviata nel capoluogo regionale e allargata gradualmente al resto dei centri isolani.

Cesarò e San Teodoro restano zona rossa

Cesarò e San Teodoro resteranno “zona rossa” fino a lunedì 23 novembre. Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, sentiti i sindaci dei due Comuni del Messinese, ha infatti firmato, d’intesa con l’assessore alla Salute Ruggero Razza, l’ordinanza di proroga delle misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica nei due centri dei Nebrodi. Le restrizioni adottate sono quelle già disposte a partire dallo scorso 8 novembre.

https://ilmattinodisicilia.it/wp-content/uploads/2020/11/Orlando-Musumeci.jpg

0 thoughts on “Orlando e Musumeci ritrovano la concordia”

Write a Reply or Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.